Share

In realtà quando escono giochi tratti da film o che coinvolgono un qualsiasi personaggio mediatico di successo, tendo sempre a storcere il naso. Vuoi perché odio le commercialate, o perché oramai mi sono rassegnato alle pubblicità ingannevoli che ci propinano sui videogiochi tratti da film, con brevi filmati in Computer grafica che poi nulla hanno a che vedere con il prodotto finale. Solitamente poi sono talmente poco longeve e volutamente semplici, che non riesco a giustificarne il prezzo pieno. Ma veniamo al gioco…

Batman1

I personaggi principali sono tutti davvero ben caratterizzati e con una buona mimica, complice sicuramente anche l’ottima localizzazione.

Fin dalle battute iniziali, mentre facciamo il nostro ingresso nell’Asylum, è tutto molto convincente. Il carcere di massima sicurezza dove sono rinchiusi i temibili nemici di Batman, è molto credibile e palesemente ispirato ad Alcatraz. Chiaramente qualcosa va storto e a noi sta il compito di raddrizzarlo. L’isola di Arkham è stracolma di segreti da scoprire, passaggi nascosti e sfide che ci permetteranno di potenziare il nostro equipaggiamento. Tutti i vari Gadget dell’uomo pipistrello sono davvero fondamentali e ci permetteranno di approcciarci in maniere differenti alle situazioni. Personalmente amo le fasi Stealth in generale, e qui, grazie alle abilità del cavaliere oscuro, mi sono divertito a prendere in giro i poveri scagnozzi di Jocker e Co. sorprendendoli di soppiatto per poi scomparire in cima a un cornicione ad osservare le reazioni dei compagni.

Batman2

Quando si tratta di menare le mani, grazie alla sua stazza, Batman non si tira mai indietro, tenendo a bada anche dozzine di nemici in contemporanea.

Magari i vari nemici non stupiscono per un’intelligenza artificiale troppo complessa, ma a livello difficile saremo obbligati ad imparare bene le varie mosse e contrattacchi se vorremo sopravvivere alle situazioni più sbilanciate. Una in particolare mi ha fatto salire il sangue alla testa. Bisognava avere un tempismo perfetto, buoni riflessi e sì, anche un bel fondoschiena ^_^ Più volte mi sono venute in mente le bellissime scazzottate di Bud Spencer e Terrence Hill, con la differenza che qui saremo soli soletti. Per il resto molto scorrevole e bello da vedere, con tanti colpi di scena, magari alcuni un po’ scontati, ma che non si lasciano mai prevedere fino in fondo… compreso il gran finale!

Batman3

Il cavaliere Oscuro in tutto il suo splendore.

Indice di rapimento

Concludo dicendo che senza ombra di dubbio Batman: Arkham Asylum è il miglior videogioco tratto da un supereroe e che, pur senza attingere da un film o episodio in particolare, mantiene tutto lo spirito e l’ironia dei personaggi della serie.