Share

Salve terrestri, avete notato come i videogame abbiano ormai influenzato gli altri media? Film ispirati a videogame e viceversa, libri ispirati a videogame e viceversa, videogame ispirati a videogame e vice… no aspè qui non ha senso.
E come se non fosse abbastanza, adesso esiste qualcosa di ancora più estremo. Immaginate un libro ispirato al mondo videoludico che diventa esso stesso un videogioco… che casino!
Beh è il caso di Bedlam, titolo realizzato da RedBedlam (ma dai?) e disponibile per PC, XBox One e PS4. Il gioco in questione è basato sul romanzo scritto da Christopher Brookmyre, in cui il protagonista, dopo essersi offerto come cavia volontaria per una nuova tecnologia di scansione neurologica, resta imprigionato in un mondo immaginario in pieno stile FPS (leggasi “sparatutto in prima persona”) anni ’90.

Grazie anche alla collaborazione dello scrittore, il gioco ricalca la stessa idea, pur cambiandone il protagonista. Una volta entrati nel vivo dell’azione ci troveremo catapultati in un tripudio di citazioni al genere, ripercorrendo alcuni degli scenari più conosciuti nella storia degli FPS, tanto da viverne in prima persona l’evoluzione stilistica e tecnica. Il tutto senza disdegnare qualche divertente variazione a volte anche canzonatoria del microcosmo creatosi con l’avvento del gioco online.

Insomma, un titolo in piena essenza Tron, ma senza neon e frisbee assassini… o forse sì?
Nel dubbio vi rimando al sito ufficiale da raggiungere cliccando qui e riporto in calce un bel trailer che fa sempre bene.