Share

Il progetto “Psychodev” nasce da una costola del canale youtube “Gli Psychotronici” di Umberto Parisi ed Amedeo Vasaturo, due grandi appassionati di gaming e retrogaming. Ad un certo punto ci siamo detti “Un giorno o l’altro dobbiamo realizzare un videogioco!”.

Alla fine è successo davvero… ero praticamente in esilio all’Isola d’Elba, per motivi di lavoro, e nel frattempo avevo iniziato a studiare un po’ di html e php, quando ho avuto l’illuminazione di provare a capire oggigiorno (2014) come si potesse realizzare un videogioco.
Mi si parò davanti una scelta vastissima, provai Unity, Visionaire, Ags ed alla fine decisi di contattare Amedeo per capire se era interessato ad impegnarsi a realizzare un videogame insieme.

Quindi la cosa iniziò così, un po’ per gioco. Avevo sempre pensato di voler realizzare un’avventura Lovecraftiana e da grande appassionato delle avventure Lucas mi venne naturale proporre una commistione tra le due. Amedeo ne fu entusiasta e così iniziammo a smanettare e a scrivere un po’ di dialoghi e storia.

È qui la… festa?

Eravamo tutti e due “all’asciutto” per ciò che riguarda la programmazione e soprattutto per la parte relativa al disegno e alle animazioni; quindi c’è stata tutta una fase iniziale di studio e di tutorial che ci introducessero all’argomento; il gioco nel frattempo iniziava a prendere forma per merito di un personaggio principale che mi riuscì particolarmente gradevole.

Un anno intero se ne andò via così e nel frattempo ci rendemmo anche conto che sarebbe stato un progetto abbastanza pesante per un team composto di solo due persone, ma a quel punto eravamo in corso d’opera e non ci andava di rivoluzionare tutto, e poi non conoscevamo nessuno dell’ambiente e decidemmo allora di continuare così.

A quel punto valeva la pena di provare a partecipare su Steam Greenlight per vedere come poteva essere l’esperienza e, dopo circa un mese e mezzo, a novembre 2015, il gioco fu accettato. Quello che fino a quel momento era soltanto un gioco iniziò a diventare una cosa molto più seria.

Il gioco è stato pubblicato il 5 maggio 2017 dopo circa due anni e mezzo di lavoro in Italiano e in Inglese con l’aiuto di quello che è oggi ormai parte del team, Ross Moffat, che si è occupato della traduzione e dell’adattamento per la versione inglese, e di Gianpaolo Greco, che ci ha dato una grande mano per ciò che riguarda la promozione e la comunicazione in generale.

Nel frattempo ci sono state delle importanti novità, innanzitutto stiamo lavorando al doppiaggio in lingua inglese e alla versione fisica di Chronicle of Innsmouth e, notizia meno simpatica, Amedeo Vasaturo ha deciso di abbandonare il team per motivi personali.

Fossi in lei gli darei retta, buon uomo!

Fossi in lei gli darei retta, buon uomo!

N.B. La versione Deluxe di Chronicle of Innsmouth, interamente doppiata in inglese, è prevista per fine settembre! Inoltre, sulla pagina Facebook del gioco è attualmente in corso un contest che potrebbe consentirvi di vincere la versione Big Box. Estrazione al primo settembre!

Chronicle of Innsmouth

Chronicle of Innsmouth è un’avventura grafica che si ispira volutamente alle avventure Lucas anni ’90, Monkey Island ed Indiana Jones and the Fate of Atlantis su tutte, per ciò che riguarda l’impianto grafico e il gameplay (pur presentando qualche sezione con gameplay alternativi), e al maestro dell’horror H.P. Lovecraft più nello specifico al racconto “L’Ombra Su Innsmouth“.
La storia ha inizio con il nostro protagonista in viaggio per il New England. Ha bisogno di arrivare da Newburyport ad Arkham da cui proviene la famiglia di sua madre. Ha pochi soldi in tasca e quindi cerca un mezzo economico per arrivarci. Viene a sapere di un autobus che costa davvero poco ma fa sosta nella spettrale Innsmouth, città che scatena un sacco di maldicenze e che non è presente neanche sulle cartine.
Da qui una sequenza di eventi lo porterà a visitare la malfamata cittadina e, suo malgrado, si ritroverà invischiato in qualcosa più grande di lui.

Umberto Parisi
Game Designer
Psychodev