Share

A VOLTE RITORNANO!

Ebbene sì, come nei migliori racconti del maestro del brivido Stephen King, la mistica fusione TalesofPazzo torna sul luogo del misfatto a “tormentarvi” con altre primizie dal mondo dei cliché ruolistici!
Ancora più gravemente recidivi che in precedenza, abbiamo fatto passare tanto di quel tempo dall’ultima puntata che alcuni dei luoghi comuni menzionati sono passati di moda…
… No, non è vero. Ma ci siamo andati vicini!
Per evitare ulteriori rischi, eccoci qui con una carrellata di prebilatissimi luoghi comuni freschi d’annata!
Come sempre, ce n’è di ogni: da approfondimenti zoologici a sofisticate riflessioni antropologiche, passando per una rubrica dedicata al tempo libero e qualche consiglio finanziario.
Non manca nulla: solo voi!

VENGHINO SIGNORI VENGHINO!

jrpg circus

Ci stiamo dando dei fenomeni da baraccone? Certo che sì.

Il migliore amico dell’uomo

Ben ritrovati cari telespettatori e bentornati per una nuova puntata del “Il Fantastico Mondo degli Amici Pelosetti da vestire in modo ridicolo e trattare come fossero esseri umani, magari facendoli anche sposare tra di loro con tanto di matrimonio, perché no”!
Quest’oggi andremo a sfatare l’ennesimo mito riguardante il meraviglioso mondo dei nostri amici a quattro zampe da vest- eccettera. Abbiamo qui con noi, ospite in studio, il Sig. Eroebambino da… OGNI JRPG!
Eroebambino ci ha raccontato che durante i suoi molti viaggi nelle terre selvagge dell’avventura ha avuto modo di constatare quanto sia poco veritiero pensare che ai nostri animaletti preferiti “manchi solo la parola”. Secondo quanto riferito, infatti, gli è capitato più volte di fermarsi a parlare con simpaticissimi cagnolini.
Molte.
E ha portato un video, per dimostrarcelo. Quanto sto per dirvi potrebbe segnare una svolta, nel campo scientifico e zoologico.
Avremo finalmente le risposte a domande vitali ma irrisolte quali: cosa pensano di noi? Sono, o meno, tenutari del significato dell’esistenza? Perché, PERCHÉ, si grattano e sgrullano un attimo dopo averci visto lavare il pavimento? E perché si leccano voisapetedove PRIMA DI LECCARE NOI? Avviamo subito il filmato e scopriamolo!
*INIZIO CONTRIBUTO VIDEO*
Eroebambino: “Ciao”
Spritedicaneacaso: “Woof”
Eroebambino: “Che mi racconti?”
Spritedicaneacaso: “Woof”
Eroebambino: “Capisco. Hai qualche missione da affidarmi?”
Spritedicaneacaso: “Woof”
Eroebambino: “Forse ti chiederai perché perdo del tempo con te con il mondo che sta ad un passo dall’oblio”
Spritedicaneacaso: “Woof”
Eroebambino: “Eh sì, in effetti hai ragione, grazie del consiglio”
Spritecaneacaso: “Woof”
*FINE CONTRIBUTO VIDEO*
… Scusa, Cosobambino, ma secondo te quella è stata una conversazione?
Eroebambino: “… Woof”
… NONSIPUÒLAVORARECOSÌPERÒ!

jrpg dog

WOOF

Per salvare il mondo ci vuole… il pesce

Forse ricorderete – e in caso contrario provvedete a cliccare QUI – che in una puntata del nostro personalissimo “Viaggiare informati” abbiamo sottolineato l’assioma fondamentale secondo cui, in un JRPG, “Viaggio in nave/barca = GUAI”.
Se questo è vero, e lo è, va però considerato che gli autori si sono spesso preoccupati di bilanciare il loro karma malefico, facendo dei corsi e degli specchi d’acqua qualcosa di più che semplici arene per “sorprendenti” ed “originalissimi” scontri con Kraken e compagnia viscida.
A cosa ci riferiamo? Semplice: ai mini-giochi sulla pesca!
*inserire qui una battuta simpatica e irriverente*
Che si tratti del più cupo e tetro degli scenari o dell’avventura più scanzonata, infatti, una buona battuta di pesca non è mai fuori posto.
Gli esempi si sprecherebbero, e ruotano quasi tutti attorno alla fantasiosissima meccanica del “tira nella direzione opposta al pesce”. Ohibò!
Per noi cresciuti convinti che per pescare un’orca assassina non serva altro che una canna di bambù, un paio di orecchie fuori misura e un cuore grande, non è poi così strano che questi guerrieri del pixel si improvvisino pescatori professionisti.
C’è da dire, però, che spesso è presente tutto un sistema di equipaggiamenti potenziabili, che dalla canna ricavata da un fazzoletto usato arrivano fino a modelli ultra sofisticati, accessoriati con esche all’ultimo grido…del pesce catturat- ok, no, non fa ridere.
Un passatempo niente male, quando si ha bisogno di distendersi dallo stress del salvataggio del mondo.
… SALVATAGGIO DEL MONDO?
MA ALLORA COSA STATE LÌ IMPALATI CHE MANCO UN PESCE ROSSO ABBOCCHEREBBE SE NON FOSSE COSTRETTO DAL CODICE! ALZATE I TACCHI E ANDATE A FARE QUELLO PER CUI SIETE STATI PAGATI A PREZZO PIENO AL DAY ONE (… o 2 euro e un tappo di sughero durante i saldi del decimo anniversario dall’uscita del gioco).
ECCHECOS’È!

ffxv motd vr

Final Fantasy XV Monsters of the Deep: perché pescare nel gioco base non era abbastanza.

“MONEY MONEY MONEY”

*Musica degli Abba*

Sei povero in canna?
Hai bisogno di un lavoro ma non sei nemmeno capace di pronunciarlo?
Nessun problema: DIVENTA UN EROEBAMBINO!
Così fancedo, potresti importi come leggenda in pochissimo tempo e avere tutti i soldi, l’onore e la gloria che prima sognavi ad occhi aperti, mentre eri intento a fissare l’enorme buco sul soffitto della tua catapecchia!
Tranquillo, basta anche solo allenarsi abbastanza da uccidere o martoriare un piccolo goblin e sarai a cavallo (figuratamente, perché in verità dovrai camminare senza pietà)!
Quindi, pigrone che non sei altro, avventurati anche tu a caso verso la salvezza di mondi virtuali di cui non interessa realmente a nessuno!
Togliti quel pigiama e indossa un’armatura di carta igienica, poi esci di casa e inoltrati nella foresta più oscura che trovi, giù giù, fino in fondo.
Imbraccia la tua spada di spaghetti (crudi, che cotti altrimenti è un macello) e via di legnate a qualsiasi cosa si muova. Aspettando educatamente il tuo turno, naturalmente.
A che scopo?
Semplice, LA GLOR- I SOLDI!
Ci sarà sicuramente, infatti, un qualche abitante del tuo villaggio che NON ASPETTAVA ALTRO che qualcuno uccidesse lo scoiattolo mannaro della foresta oscura situata su un vulcano attivo a picco sul mare dell’oblio.
E proprio lui, sarà ben lieto di ricompensarti per le tue gesta (e di offrirti un tegame in cui, finalmente, cucinare quegli spaghetti oramai già conditi…).
Non solo!
Hai presente la storia di Cappuccetto Rosso e del lupo che viene riempito di sassi? Ecco. Prova a cambiare i sassi in SOLDI!
EH SÌ! Oggetti, pezzi di equipaggiamento, soldi, TUTTO può uscire da un nemico, che sia esso un umano, un mostro o un animale selvatico.
Come dici? “Perché?”? Ah… E CHE NE SAPPIAMO!
Avranno mangiato qualcuno senza digerire i suoi averi? Possibile. Staranno seguendo una dieta particolare a base di tutto quello che NON è commestibile? Anche.
Ma in fondo, come direbbe il famigerato Eroebambino, CHISSENEFREGA.
Quello che conta è che ora come ora sono tutti (o quasi) diventati delle pignatte viventi che aspettano solo TE per il “festeggiamento”!

… Che ci fai ancora qui? GOTTA ATTACK ‘EM ALL!

slime

Prima o poi dovranno spiegarci come fanno ad avere i soldi ‘sti cosi melmosi

Antropologia del character design
Sviluppatori geniali: il ritorno

Sviluppatore 1: “Ok, dopo tre anni di lavoro, 24 ore su 24, abbiamo finalmente completato il character design di “Fantasy JRPG Super Ultra Hyper Cosmic Incredible Deluxe HD Turbo Remix Versus COCCODÈ Reloaded MIAO In Da House Arcade Edition XV”
Sviluppatore 2: “Ricapitoliamo: abbiamo il belloccio imbecille che per qualche strano motivo deve salvare il mondo; la sua amica d’infanzia top model sistematicamente ignorata; il tipo ombroso e schivo che in realtà è un tenero cucciolo ferito; l’anziano TRENTENNE che detiene la saggezza cosmica nonostante sembri un mentecatto e la tizia svampita random che interviene a caso con frasi “””divertenti””” “.
S1: “Sì, mi pare ci siano tutti!”
S2: “Grande! Inviamo tutto al direct- uh, aspetta, è arrivata ora una mail…proprio da lui! La leggo: “Da sondaggi svolti è emerso che il nostro prossimo gioco suscita scarso interesse nel pubblico femminile e che quel babbeo patentato di protagonista non lo degnerebbero di uno sguardo neanche se avessero il collo immobilizzato e le palpebre tenute aperte da due stuzzicadenti che manco Arancia Meccanica. Quindi, la priorità diventa conquistare il loro favore! Avete due giorni a partire da… ORA! MUAHAHAHAHAH”
S1: “Maledetto schiavista pezzrwoihboqeowHEAFBVJìEWHAGEOIFANSòKJDVF….”
S2: “CALMATI UNO (sì, si chiamano proprio così, ndr)! E’ tutto sotto controllo, ho la soluzione!”
S1: “Lo facciamo fuori e incolpiamo un Kraken?” (N.B. Nessun Kraken ci ha pagato per nominarlo più volte nel corso del presente articolo. Ad ogni modo, a puro titolo informativo, per l’accredito il nostro IBAN è MA99A123- NOPE! ndr)
S2: “… no, pensavo ad una cosa senza spargimenti di sangue o inchiostro e che non comporti minimo trent’anni di galera.”
S1: “Ah sì, ok, va bene anche così… *sigh*
S2: “Ascoltami, allora: ricicliamo il modello di un altro personaggio indurendo leggermente i tratti, allungando i capelli e modificando il look in modo che sembri un dandy da quattro soldi. Gli scegliamo un nome inutilmente altisonante. Poi scriviamo un frasario da rimorchio che neanche in discoteca dopo le tre di notte e il decimo giro di shottini, e lasciamo che le protagoniste si indignino rispondendo con simpatiche frecciatine, solo per poi arrossire di felicità. Condiamo il tutto con un paio di siparietti in un bagno termale in cui tenta inutilmente di sbirciare le ragazze, finendo pestato a sangue con uno zoccolo di legno, e il gioco è fatto! Avremo il perfetto sciupafemmine e persino una linea comica!”
S1: “No, sì, a piacermi mi piace, la trovo una soluzione brillante. Ma… mi sembra che manchi qualcosa…”
S2: “Aspetta, non hai sentito il meglio! Per indurre empatia a buon mercato, lo dotiamo di una backstory fatta di villaggi distrutti, famiglie uccise, animali rapiti, vicini arrabbiati per il troppo rumore, persone a caso che non lo salutano più senza motivo e persino qualche capello bianco arrivato prematuramente. Che te ne pare?”
S1: “GENIO.”

zelos

Ecco, appunto.

Perché non c’è – un drago che – sia grande come te!

Dietro un grande combattente, c’è un grande maestro…di solito.
Goku ha il suo vecchio Muten, ad esempio.
I JRPG non sono da meno ovviamente, e quindi anche il nostro potentissimo e carismaticissimo Eroebambino non avrà certo imparato a picchiare i lupi di livello MEH pettinando bambole! O almeno non sempre. La differenza con il capelluto Sayan, però, è che GOKU NON AVEVA MUTEN COME VICINO DI CASA!
Perché, ehi, che sia suo fratello maggiore, suo padre, suo zio, suo nonno, il suo padrino, l’amante della madre o della nonna, un tizio a caso che ha comprato casa vicino alla sua PROPRIO POCO PRIMA CHE NASCESSE, l’Eroebambino avrà SEMPRE il suo maestro alla porta accanto.
E così, il primo vestitino è un’armatura a piastre. Il regalo di comunione un coltellaccio. Quello di cresima uno spadone di ferro di due metri con un fucile come elsa. Un’infanzia “di ferro”, che ha condotto il nostro eroe ad una prestanza da Mister Olympia assassino (rimasto magro per qualche oscuro motivo) grazie ai duri allenamenti del mentore.
Mentore che, CASO STRANISSIMO, è un ex-salvamondi e salvagente (non quello da gonfiare, nemmeno di botte), in pensione nel più remoto villaggio di pescatori che la mappa avesse da offrire.
Non deve stupire, allora, che il povero piccolo eroebambino si abitui allo sforzo appena mossi i primi passi, letteralmente, in questo paesino dimenticato dal mondo e fuori da ogni minac- aspè… MA ALLORA PERCHÉ?
VUOI DIRCI QUALCOSINA AMICO VICINO?
PRESCELTO?
NUOVO GUERRIERO?
PRENDERE IL TUO POSTO?
MONDO CHE STA PER ESSERE DISTRUTTO?
NO, NON MORIRE, DEVI DIRMI TUTTO ANCORA, SIAMO ALL’INIZIO DEL GIOCO!

cress

Alla fiera degli elementi

per due Gold

l’Eroebambino del Fire comprò.

E lanciarono un Blizzard

che bloccò l’Aero

che smosse il Quake

che assorbì il Thunder

che elettrificò l’Idro

che spense il Fire

che *SEI MORTO*

E supportò Reiz

che resuscitò l’Eroebambino

che al mercato l’amico mago comprò.

Dopo ore di gioco

per millemila Gold

l’Eroebambino Reflex comprò.

E lanciarono Ultima

che costrinse l’Energiga

che curò dall’Antima

che entrò per il Dispel

che dissipò il Reflex

che fece dire all’Eroebambino “BASTAAAAAAAA”, e lanciare un Meteor mettendo fine al mondo intero al posto del cattivone alato di turno.
(Quest’ultima parte da cantare tutta d’un fiato saltando su un piede, roteando le braccia e gridando).

ESTUANS INTERIUS

IRA VEHEMENTI

EROEBAMBINOTH

magic

Tiro il dado e muovo- ah, non è il gioco di ruolo di “Non t’arrabbiare”?

Pfiuuu, che faticaccia. Eravamo decisamente fuori allenamento.
Del resto non ci siamo risparmiati, e anche stavolta abbiamo pescato cliché da ogni angolo del globo terraqueo.
Sì, pescato.
Anche noi.
Ma almeno non dobbiamo andare a salvare il mondo… o sì?
Una nuova puntata arriverà presto, stavolta sul serio… forse… sì, ecco, magari non prendeteci troppo sul serio. Come sempre.
Nel frattempo, grazie di essere stati con noi, potete accomodarvi all’uscita. Prima, non scordatevi di depositare gli occhialini 3D nella bocca del Kraken (e siamo a tre, PAGARE!) e di votare per il vostro punto preferito, lasciando un commento e una firma qui, qui, qui e qui.
E le iniziali qui.
Alla prossima, con altre profonde riflessioni , psicologiche, sociologiche, culturali e altrecoseimportanti dal mondo dei JRPG!

dog

Nel tanto stiamo in attesa…