Share

È un aprile piuttosto sottotono quello che ci aspetta. Dopo un inizio di 2018 più che soddisfacente, i giochi in uscita nel prossimo mese si focalizzano su un paio di titoli maggiori e molto attesi, come God of War e Yakuza 6, lasciando il resto dell’onere di intrattenere noi giocatori al mondo delle produzioni indie. Lì, fortunatamente, le proposte interessanti non mancano mai e troviamo, per esempio, Frostpunk, nuovo lavoro degli autori di This War of Mine. Occhi puntati anche su Tower of Time, promettente CRPG, e Solo, originale produzione indipendente sull’amore e sulle relazioni interpersonali. Gli amanti dei titoli strategici possono aspettare Battletech, ultima fatica del team di sviluppo che ha prodotto Shadowrun Returns. Anche senza nuovi prodotti inediti, i possessori di Switch accolgono a braccia aperte le molte conversioni alla nuova console di Nintendo, tra cui spicca indubbiamente l’atteso South Park: Scontri Di-Retti. Inoltre, è anche il mese di Nintendo Labo, una nuova idea per reinventare il modo di approcciare il videogioco.

Rinnoviamo la doverosa premessa. Ogni gioco sarà accompagnato dall’indicatore dell’hype marziano, una semplice indicazione di quanto ci aspettiamo da ogni titolo in arrivo, dando per scontato che una valutazione vera e propria si può fare soltanto avendo il gioco tra le mani. Qui di seguito una legenda per capire a che livello arriva l’hype marziano!

LEGENDA
[!] = Non sto più nella pelle!
[?] = Potrei farci un pensierino!
[-] = Avanti il prossimo!


3 aprile

[?] Crisis on the Planet of the Apes VR (PS4-PS VR, PC-HTC Vive/Oculus Rift)
Crisis on the Planet of the Apes VR è il nuovo lavoro dedicato all’universo del Pianeta delle Scimmie a firma Imaginati Studios. Il loro precedente titolo è stato Planet of Apes: Last Frontier, che si inseriva nella collana PlayLink, i giochi Playstation 4 pensati per essere affrontati tramite smartphone. Il risultato finale non è stato apprezzato dalla critica, che ne ha sottolineato i limiti narrativi, segnalando una sceneggiatura poco ispirata e a tratti tediosa. Buono invece il lavoro svolto sotto il profilo tecnico. Il team di sviluppo ora ci riprova con questo gioco per realtà virtuale, ambientato cinque anni dopo la diffusione del virus. La componente d’azione sarà qui più preponderante, ma resta il dubbio che possa trattarsi solo dell’ennesimo sparatutto su binari, che conta principalmente sulla forza del proprio brand.

[?] Minit (PC, PS4, Xbox One)
Oltre alla grafica in bianco e nero dal sapore molto retro, la peculiarità di Minit è che la vita del protagonista dura solo un minuto. La morte inesorabile al termine dei sessanta secondi ci riporta al punto di partenza, costringendoci a rapide esplorazioni. Possiamo interagire con NPC, trovare oggetti per semplificare il viaggio e accumulare nuove abilità per rendere più proficuo il nostro minuto nel mondo. Un’idea interessante, accompagnata dal marchio Devolver Digital, che ha dimostrato in più di un’occasione di avere l’occhio lungo sui prodotti indie.


5 aprile

[?] Reverie (PS Vita)
Reverie è un titolo che si dichiara ispirato a The Legend of Zelda e Earthbound, ma, aggiungiamo noi, presenta anche una spruzzata di The Binding of Isaac. Vestiamo i panni del piccolo Tai, un ragazzino che abita un’isola neozelandese e che si avventura per dungeon con lo scopo di placare gli spiriti inquieti. Le ambizioni sono alte e non sono state rilasciate molte altre informazioni sul titolo, lasciandoci ad aspettare il suo lancio per capirne la reale qualità. Gli sviluppatori hanno inoltre annunciato che Reverie arriverà anche su Playstation 4, poco dopo la pubblicazione su Playstation Vita.


10 aprile

[?] Super Daryl Deluxe (PC, PS4, Switch)
Inquadrare questo stranissimo titolo, che si autodefinisce un “RPGvania”, non è facile. Si presenta con uno stile grafico bidimensionale decisamente particolare, che sembra andare a braccetto con la curiosa premessa narrativa: ci troviamo in una scuola superiore e alcuni studenti e insegnanti sono scomparsi. A noi il compito di esplorare l’istituto per svelarne i molti misteri, fare nuovi amici e magari salvare i compagni. Il gioco si barcamena con tono ironico tra dimensioni alternative e situazioni assurde, mostrando così il potenziale per un prodotto diverso dalla massa.

[?] Masters of Anima (PC, PS4, Switch, Xbox One)
Masters of Anima si struttura come un action-RPG con visuale isometrica, ma cerca di distinguersi dalla concorrenza mettendo al centro dell’attenzione non il protagonista, bensì i guardiani che può evocare. Ci troviamo in questo modo a raccogliere intorno a noi un piccolo esercito, composto da diversi tipi di unità, ognuna delle quali dotata di abilità specifiche. Il contesto narrativo, che ci vede impegnati a salvare la dolce metà catturata dalle forze del male, non sembra particolarmente sviluppato, lasciando così la responsabilità di intrattenere il giocatore solo nelle mani del sistema di combattimento. Se questo approccio quasi da strategico si rivelerà ben impostato, allora Masters of Anima potrebbe essere un acquisto da valutare.

[?] Extinction (PC, PS4, Xbox One)
Combattere gli orchi cattivi è qualcosa che gli amanti dei giochi fantasy hanno già affrontato molte volte. Meno spesso è capitato di sfidare mostri alti venti metri, armati solo di una daga e di coraggio. Il primo pensiero va ovviamente a Shadow of the Colossus, ma Extinction è un titolo con un’impronta decisamente più action, che vuole vederci realizzare azioni frenetiche e spettacolari. Contestualmente, dovremo occuparci anche di salvare i civili dei villaggi attaccati dagli orchi, sfruttando l’ambiente circostante, come un tetto più alto che ci permetta di saltare in groppa al nemico.


11 aprile

[?] Maelstrom (PC-Early Access)
È un ottimo momento per gli amanti dei pirati. Qualche anno fa Assassin’s Creed aveva rispolverato le scorribande per l’oceano per i suoi Black Flag e Rogue, ora ci si può dilettare con Sea of Thieves e aspettare l’arrivo di Skull and Bones. Nel frattempo, in early access su Steam, potete dare una chance a Maelstrom, che si focalizza proprio sulle battaglie in mare tra vascelli. L’ambientazione vira maggiormente verso il fantasy, con creature improbabili che infestano i mari e equipaggi di orchi e nani. Il titolo assume così quasi le forme di un action gdr, che impiega come protagoniste le navi al posto degli uomini.


12 aprile

[?] Tower of Time (PC)
Lanciato circa un anno fa in early access, Tower of Time si prepara al lancio della sua versione definitiva. Si tratta di un gioco di ruolo classico, di quelli con visuale isometrica alla Pillars of Eternity o Divinity: Original Sin, per citare la concorrenza recente. Le impressioni fornite nel corso dell’accesso anticipato sono tutte positive e parlano di un titolo che presenta una storia avvincente, un buon sistema di combattimento e un valido sviluppo dei personaggi. Insomma, se cercate un GDR per ingannare l’attesa per Pillars of Eternity II, Tower of Time potrebbe essere un ottimo candidato.

[?] Dead in Vinland (PC)
Fa capolino anche un survival tra i giochi in uscita ad aprile, sebbene si tratti di un titolo un po’ particolare. Dead in Vinland presenta infatti una fusione con elementi da gioco di ruolo e da gestionale, mentre cerchiamo di far sopravvivere una famiglia di vichinghi approdata su di un’isola misteriosa. Abbiamo la raccolta di risorse, la gestione della comunità e persino combattimenti a turni. È peraltro il secondo gioco della serie “Dead in”, che fa seguito a Dead in Bermuda, un titolo gradevole ma non eccezionale.


13 aprile

[-] Gal Gun 2 (PS4, Switch)
Gal Gun 2 è sostanzialmente uno sparatutto su binari, con alcuni elementi da visual novel. La specificità del titolo è che però non si sparano proiettili ai soldati nemici o verso mostri inferociti, bensì si lanciano cuori alle ragazze che frequentano la nostra scuola superiore. Le fanciulle sono infatti preda di un’invasione demoniaca e colpirle con i feromoni ci permette di rinsavirle, per poi sfruttare una sorta di aspirapolvere per catturare le creature maligne (incidentalmente risucchiando anche i vestiti della studentessa posseduta). Un gioco che evidentemente punta pesantemente sul fan service e che offre poco altro. Il titolo peraltro non sarà reperibile in Germania, dato che è stata rifiutata la classificazione, impedendo così la vendita sul suolo tedesco.


17 aprile

[!] Yakuza 6: The Song of Life (PS4)
La serie Yakuza è molto particolare. Sprizza “giapponesità” da tutti i pori e porta avanti una trama complessa, portando così i giocatori occidentali a guardarla con un certo grado di diffidenza. Con il passare degli anni, tuttavia, sempre più persone si sono avvicinate alla saga, scoprendo così titoli sì spigolosi ma ricchi di qualità e quantità. Forse anche per questo motivo, SEGA ha deciso di puntare sul remake del primissimo capitolo e su Yakuza 0, così da permettere anche ai nuovi arrivati di godere dell’odissea del protagonista Kazuma Kiryu. Un’odissea che vede la sua conclusione proprio in questo sesto capitolo, già disponibile e recensito dalle testate nostrane. Yakuza 6 è un titolo solido, che, pur restando estremamente ricco di contenuti, rinuncia a parte della quantità in favore di una maggiore qualità. Un passaggio imperdibile per chi ha frequentato le strade di Kamurocho in tutti questi anni.


20 aprile

[!] God Of War (PS4) 
Il grande successo di God of War aveva portato a seguiti ottimi, ma mai troppo lontani dall’originale. L’esigenza di rinnovamento si era fatta impellente per una IP molto seguita, ma che sembrava avere esaurito la sua linfa vitale. Santa Monica sembra aver trovato la strada giusta, optando per modifiche radicali su tutti i fronti. Diversa è l’ambientazione, che lascia la Grecia per abbracciare la mitologia norrena, e diverso è il gameplay, che ora cerca di essere più malleabile per offrire al giocatore più opzioni di gioco. Tecnicamente il titolo si prospetta essere sempre una meraviglia per gli occhi e anche sotto il profilo narrativo dovremmo trovare un Kratos più profondo dello spartano perennemente infuriato.

Il più atteso del mese per: Pazzo, Talesofmanu.


24 aprile

[!] Battletech (PC) 
Realizzato da Harebrained Schemes, gli autori degli apprezzati ritorni di Shadowrun, Battletech è un gioco di combattimento a turni tra potenti mech. Si tratta nuovamente di uno sguardo al passato, visto che anche le origini di questo titolo risalgono alla serie Battletech/Mechwarrior, nata come gioco da tavolo ed in seguito portata anche su altri media, come videogiochi e fumetti. Proprio uno degli autori originali, Jordan Weisman, ha partecipato al progetto sul Battletech odierno, che presenta una storia per giocatore singolo e una sezione multigiocatore dedicata al PVP. Considerato il buon lavoro fatto con Shadowrun, possiamo aspettarci un valido strategico a turni anche in questo caso.

Il più atteso del mese per: LeoNick85.

[!] South Park: Scontri Di-Retti (Switch)
La nuova consuetudine di questa rubrica sui giochi in uscita è trattare le riedizioni per nuove piattaforme nel riassuntone a fine articolo, ma per South Park possiamo fare un’eccezione. In molti attendevano l’approdo dello spassoso titolo di Obsidian anche su Switch ed ora è realtà. Abbandonata la parodia sul mondo fantasy de Il Bastone della Verità, la sprezzante ironia di Cartman e compagni si abbatte questa volta sui cinecomic. Ne abbiamo parlato a volontà in questo podcast, se volete farvi un’idea prima dell’acquisto.

[!] Frostpunk (PC)
Gli sviluppatori di 11bitstudios amano metterci in condizioni disperate. Lo hanno fatto con il brillante This War of Mine, titolo che ci faceva vivere gli orrori della guerra dal punto di vista dei civili, stremati dalla fame. Lo fanno nuovamente con questo Frostpunk, che ci porta in un mondo dalle condizioni climatiche estreme, dove il freddo mette in ginocchio l’umanità. Qui però il gameplay è più simile a quello di un city builder, pur non rinunciando proporci decisioni moralmente difficili. La domanda al centro di Frostpunk è: fino a dove siamo disposti a spingerci per garantire la sopravvivenza della nostra società?

[?] The Swords of Ditto (PC, PS4)
The Swords of Ditto si pone a metà strada tra un action RPG e un rogue-like. Presenta uno stile grafico cartoonesco, che sottolinea l’intento del titolo di non prendersi troppo sul serio. Il centro dell’esperienza sta nell’avventurarsi, in solitario o in cooperativa, nel mondo per combattere il diabolico Mormo. Se verremo sconfitti, tuttavia, sarà un nuovo eroe a impugnare la spada di Ditto per riprendere la lotta contro il male. Il gioco, insomma, promette bene e sembra essere un valido esordio per i Onebitbeyond, oltre a un altro colpo nell’arsenale da publisher di Devolver Digital.

Il più atteso del mese per: Herman1800.


25 aprile

[?] Sinner: Sacrifice for Redemption (PC, PS4, Xbox One)
Dark Souls è spesso chiamato in causa a sproposito nei paragoni e tra le fonti di ispirazione, ma è abbastanza evidente che gli sviluppatori di Sinner: Sacrifice for Redemption abbiano guardato al lavoro di From Software per preparare il loro titolo. Lo si capisce guardando gli screenshot permeati di atmosfere tetre, oltre che dall’intento di creare un gdr basato sull’abilità del giocatore. Qui il focus è sulle battaglie contro i boss e l’elemento distintivo è la necessità di sacrificare una caratteristica del giocatore prima di iniziare lo scontro. Dobbiamo così scegliere, per esempio, se rinunciare a parte della forza o dell’agilità, rendendo le battaglie via via sempre più ardue.

Il più atteso del mese per: Fiveomega.


26 aprile

[?] Solo (PC)
Solo si presenta con una grafica minimale, ma gradevole e colorata. A dispetto del titolo, il tema centrale è l’amore e la relazione con gli altri, che viene esplorata viaggiando di isola in isola e risvegliando antichi totem, che ci forniranno risposte sull’affetto e i rapporti interpersonali. Nel mezzo ci troveremo a risolvere puzzle e a fraternizzare con le simpatiche creature, intrattenendole con la nostra chitarra o scattando insieme un selfie. Un’idea di gioco promettente, che finora ha raccolto diversi consensi tra chi lo ha potuto provare con mano.


27 aprile

[!] Nintendo Labo (Switch)
Dall’arrivo di Switch si è ravvivato l’interesse per i Direct di Nintendo, spinti dalla curiosità di conoscere i programmi della casa di Kyoto per la sua nuova console. Quale esclusiva sfornerà ora? Quale sviluppatore di terze parti porterà il proprio titolo di punta su Switch? Nessuno si aspettava però un Direct incentrato sulle scatole di cartone. Inevitabile il carico di ironia sul nuovo progetto, ma altrettanto è stato l’interesse per un’idea indubbiamente originale. Il potenziale di Labo è ancora tutto da sviluppare, ma siamo desiderosi di vedere l’evoluzione di questa particolare estensione di Switch, che, in un mondo votato alla digitalizzazione, ci riporta a trafficare con carta e forbici per far esplodere l’immaginazione dei giocatori.


DATA DA DEFINIRE:

[?] Murderous Pursuit (PC)
Murderous Pursuit si pone come una sorta di Cluedo multiplayer. Ci troviamo infatti su una nave in compagnia di altri giocatori reali, in partite che supportano fino a otto avversari. L’obiettivo sarà quello di eliminare il rivale che ci è stato assegnato, facendo in modo di non essere scoperti dagli altri frequentatori dell’imbarcazione. Questo significa comportarsi come un normale passeggero, mentre delineiamo il nostro piano mortale e, ovviamente, facciamo attenzione a non finire nelle grinfie di qualche altro giocatore.

[?] Light Fall (PC, Switch)
Tra i giochi in uscita in questo mese dovrebbe fare capolino anche Light Fall, promettente platform dai ritmi frenetici. Il titolo era inizialmente previsto per marzo, ma è stato spostato ad aprile per effettuare gli ultimi lavori di pulizia. Basta guardare un trailer di Light Fall per capire che si configura come uno di quei titoli impegnativi, che richiedono grandi riflessi e precisione nei movimenti. Riuscita anche l’estetica del titolo, che contribuisce a fare di Light Fall un platform da tenere d’occhio per gli amanti del genere.


ALTRO NELL’ORBITA DI APRILE:
Andiamo a segnalare qui i titoli già pubblicati in qualche forma, ma che vanno ad abitare anche altre piattaforme. In ambito realtà virtuale troviamo Rick and Morty: Virtual Rick-Ality (10 aprile) che passa da Steam a Playstation VR, mentre The Elder Scrolls V: Skyrim VR (3 aprile) fa il percorso inverso, arrivando su PC con supporto a HTC Vive e Oculus Rift.
Abbiamo poi Impact Winter (5 aprile), che passa da PC a PS4 e Xbox One, oltre a Don’t Starve Mega Pack (20 aprile), che arriverà in versione fisica per le console casalinghe Sony e Microsoft, comprendendo tutte le espansioni proposte finora. Occhi aperti anche per la possibile trasposizione su PS4, Xbox One e Switch di Death Road to Canada, riuscito rogue-like, già disponibile su Steam e previsto genericamente per la primavera per il lancio su console. Passa invece da PS4 a PC Dark Rose Valkyrie (10 aprile), un Jrpg che sulla console Sony non ha lasciato il segno.
Chiudiamo i giochi in uscita con l’ormai consueta rassegna dei titoli che raggiungono i lidi di Switch, come Metropolis: Lux Obscura (4 aprile), previsto lo stesso giorno anche per Xbox One, PS4 e PS Vita. La console Nintendo si prepara per l’arrivo anche di Bombslinger (11 aprile), Neo Atlas 1469 (19 aprile) e Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Trilogy (26 aprile).