Share

Il 2018 è iniziato nel migliore dei modi, con almeno due titoli di rilievo che hanno conquistato la ribalta. Monster Hunter World e Dragon Ball FighterZ sono stati apprezzati sia da critica che da pubblico e sono solo l’antipasto di un’annata che sembra poter ricalcare i fasti del 2017. Nel corso di febbraio troviamo, per esempio, il remake di Shadow of the Colossus, il capolavoro di Fumito Ueda, e l’atteso Kingdome Come: Deliverance, titolo che ci catapulta in un mondo medievale votato al realismo.
Piatto ricco anche per gli amanti dei Jrpg, con i remake di Secret of Mana e Radiant Historia in arrivo, mentre dal mondo indie aspettiamo, tra gli altri, il promettente Crossing Souls e lo strano Past Cure. Ritorna anche Age of Empires, con la Definitive Edition, mentre i giocatori VR possono dare il benvenuto ad Apex Construct e Moss. Se invece cercate un’esperienza più adrenalinica, Milestone vi attende con Gravel, un gioco di corse arcade, e Monster Energy Supercross, titolo dedicato alle due ruote.
Come sempre, non manca la varietà tra i giochi in uscita, con prodotti in grado di soddisfare il palato di ognuno di noi. Fateci sapere nei commenti quali titoli stuzzicano il vostro interesse!

Rinnoviamo la doverosa premessa. Ogni gioco sarà accompagnato dall’indicatore dell’hype marziano, una semplice indicazione di quanto ci aspettiamo da ogni titolo in arrivo, dando per scontato che una valutazione vera e propria si può fare soltanto avendo il gioco tra le mani. Qui di seguito una legenda per capire a che livello arriva l’hype marziano!

LEGENDA
[!] = Non sto più nella pelle!
[?] = Potrei farci un pensierino!
[-] = Avanti il prossimo!


2 febbraio

[?] EA Sports UFC 3 (PS4, Xbox One)
Nuovo capitolo per la serie dedicata alle arti marziali targata Electronic Arts. Come di consueto, il titolo prende quanto di buono mostrato nelle passate iterazioni e tenta di migliorarlo, offrendo, per esempio, animazioni più dettagliate e realistiche. Troviamo poi la classica modalità carriera, oltre all’Ultimate Team, che ci consente di raccogliere i combattenti più agguerriti per le sfide online. La serie, pur non essendo per tutti, si è sempre attestata su buoni livelli, dunque è lecito attendersi altrettanto da questo terzo capitolo.

[?] We Were Here Too (PC)
We Were Here è uno di quei piccoli fenomeni free to play, che riescono a ritagliarsi il proprio spazio grazie a qualche idea brillante. In questo caso è la meccanica cooperativa a risultare riuscita, con due giocatori persi in uno strano castello abbandonato e che dovranno parlarsi tramite un walkie talkie per trovare la via verso la salvezza. We Were Here Too amplia il prequel f2p, ma resta analogo nella sostanza. Il risultato è un’esperienza originale, ma che sembra offrire troppo poco per differenziarsi dall’originale.


6 febbraio

shadow of the colossus remake[!] Shadow of the Colossus (PS4)
Se avete terminato The Last Guardian da qualche tempo e siete in astinenza da Fumito Ueda, il remake di Shadow of the Colossus arriva a puntino. Si tratta di una versione ammodernata del classico uscito su Playstation 2 e già riproposto anche su PS3, in accoppiata di ICO nella collection HD. Qui il lavoro sul comparto grafico è stato però molto più incisivo, permettendo a vecchi fan e nuovi estimatori un’esperienza al passo con le attuali potenzialità tecniche della console. Considerata la rilevanza del lato artistico su quello tecnico, Shadow of the Colossus forse non era il remake più necessario tra le vecchie perle, ma resta una buona opportunità per tornare sull’opera di Ueda.

Il più atteso del mese per: Fiveomega, Pazzo.

 

[?] Dandara (PC, Switch)
Immancabile come ogni mese, ecco un bel titolo indie con grafica bidimensionale in pixel art. In questo caso si tratta di un metroidvania, lavoro di esordio di Long Hat Studio. Peculiare è la grande dinamicità della protagonista, che sarà in grado di spostarsi rapidamente per lo schermo, saltando su pareti e soffitti, per avere la meglio sui nemici. Aggiungete qualche enigma ambientale, una narrazione focalizzata su un mondo distopico ed ecco un altro titolo da tenere d’occhio tra i giochi in uscita a febbraio.


7 febbraio

[?] Samsara (PC, Xbox One)
C’è spazio anche per un puzzle game in questo ricco mese. Qui vestiamo i panni di Zee, un bambino che cerca la via verso il risveglio dal Samsara. L’impostazione è bidimensionale e dovremo manipolare blocchi di diverse grandezze per aprire la via al protagonista. Il titolo conta più di 70 differenti enigmi, con ogni livello che si sviluppa su due dimensioni, spingendoci a ragionamenti più complessi per arrivare alla soluzione. Un gioco dall’estetica semplice, ma gradevole, che potrebbe rivelarsi degno della vostra attenzione.


8 febbraio

[?] Planetoid Pioneers (PC)
Già disponibile da circa un anno in versione early access, Planetoid Pioneers si avvicina al lancio della sua versione definitiva. Si tratta di uno strano metroidvania, nel quale ci troviamo ad esplorare dei mini pianeti, uccidendo creature, raccogliendo materiali e costruendo nuovo equipaggiamento. Il titolo è godibile anche in cooperativa e sembra contare molto anche sull’elemento comico, generato dalle improbabili situazioni causate dal motore fisico. Planetoid Pioneers è stato piuttosto apprezzato dai giocatori finora, anche in virtù dell’ampio supporto allo Steam Workshop, che permette alla community di scatenare la propria fantasia.

[?] Laser League (PC-Early Access)
Sviluppato da Roll7, team che ha realizzato Not a Hero e OlliOlli, Laser League ha la non troppa celata ambizione di diventare un nuovo fenomeno di gioco sportivo, ricalcando il successo di Rocket League. Qui però non troviamo nessuna macchinina, ma giocatori che si sfidano in un campo attraversato da luci al neon. L’obiettivo è eliminare gli elementi della squadra di colore avversario, spingendoli contro il colore opposto. Sono presenti sei differenti classi, oltre ad una serie di contenuti che dovrebbero rendere l’early access vicino alla versione completa.

[?] Sprint Vector (PS4-PSVR)
Mezzo Jet Set Radio, mezzo Speedrunners, Sprint Vector è un titolo che punta tutto sulla velocità. L’obiettivo del gioco è infatti di tagliare il traguardo prima degli avversari, correndo a perdifiato, mentre scansiamo ostacoli e lanciamo armi. Il fulcro dell’esperienza risiede nella competizione online, pur offrendo anche una componente per giocatore singolo, ma la vera perplessità è legata alla motion sickness. L’augurio è che il team di sviluppo sia riuscito a ridurre al minimo i problemi causati da un gioco così dinamico.


9 febbraio

[?] Rise of Industry (PC)
Anche questo mese non manca la giusta dose di gestionali, con Rise of Industry che ci mette nei panni di un rampante capitano d’industria, nel tentativo di creare un solido impero economico. L’obiettivo sarà dunque di preoccuparsi di organizzare tutta la catena produttiva dei nostri beni, gestendo la raccolta delle materie prime e la distribuzione ai consumatori finali. Il titolo promette una certa varietà, con, per esempio, la possibilità di scegliere tra un approccio ambientalista o di noncuranza per l’inquinamento. È presente anche una modalità multigiocatore, per mettere alla prova le nostre capacità contro altri avversari umani.

kingdom come deliverance[!] Kingdom Come: Deliverance (PC, PS4, Xbox One)
Spesso i giochi di ruolo ad ambientazione medievale si appoggiano ad elementi fantasy, come maghi e draghi per dare un valore aggiunto. Kingdome Come: Deliverance si muove nella direzione opposta: offrire un’avventura ricca e variegata, restando fedele al realismo. Un punto di forza della produzione di Warhorse Studios dovrebbe essere lo sviluppo della narrativa in modo non lineare, che consente di affrontare le quest in modi differenti. L’esperienza dovrebbe quindi differire significativamente di giocatore in giocatore, mentre guidiamo il protagonista Henry nel suo percorso per vendicare la morte dei genitori.

[?] The Seven Deadly Sins: Knights of Britannia (PS4)
Come suggerisce il titolo, The Seven Deadly Sins: Knights of Britannia è la trasposizione videoludica dell’omonimo manga, che conta anche un anime di successo nel catalogo Netflix. La formula per il passaggio a videogioco è quella di un brawler 3D, che ricalca l’impostazione dei prodotti dedicati a Naruto targati CyberConnect2. Tuttavia, le prime prove sembrano evidenziare che Knights of Britannia non sia un lavoro molto rifinito, che sembra puntare soprattutto sull’interesse dei fan per il brand.


13 febbraio

[?] Dynasty Warriors 9 (PC, PS4, Xbox One)
La nota serie di musou Dynasty Warriors si prepara al suo nono capitolo. Il cuore dell’esperienza resta immutato, con gli eroi pronti a spazzare via ondate di nemici con un singolo fendente. La principale novità sta nella struttura open world, che apre al giocatore l’intera mappa di gioco, al posto delle vecchie ristrette aree di battaglia. L’esperienza di gioco dovrebbe risultare così più variegata, offrendo una maggiore libertà d’azione al giocatore, che potrà sfruttare anche il ciclo giorno-notte e gli effetti atmosferici per guadagnare un vantaggio tattico in battaglia.

[?] Monster Energy Supercross – The Official Videogame (PC, PS4, Xbox One)
Milestone conferma la sua dedizione per le due ruote con Monster Energy Supercross, titolo dedicato al campionato ufficiale 2017 Supercross. Il gioco comprende piloti e piste ufficiali, oltre ad offrire una modalità carriera, con la quale far scalare la classifica al nostro alter ego. Molta attenzione è stata posta alle possibilità di personalizzazione, con diverse opzioni per modificare piloti e moto, oltre ad un editor di piste con cui sbizzarrirci.

[?] Pop-Up Pilgrim (PS4-PS VR)
Il passaggio di un titolo da Playstation Vita a Playstation VR era abbastanza improbabile, eppure eccolo qua. Pop-Up Pilgrim è una versione ripensata per realtà virtuale di Floating Cloud Gods, mantenendo il concetto di base ma cambiando le meccaniche di gioco. Mentre nel titolo PS Vita guidavamo una divinità sul dorso di una nuvola, mentre scagliava proiettili per proteggere i viandanti, in Pop-Up Pilgrim ci troviamo ad aiutarli con il nostro sguardo, tentando di farli arrivare a destinazione incolumi. Il mondo di gioco si sviluppa su diversi livelli bidimensionali che si sovrappongono, offrendo un colpo d’occhio quantomeno originale.

crossing souls[!] Crossing Souls (PC, PS4)
Se Stranger Things fosse videogioco, probabilmente sarebbe Crossing Souls. Non solo perché i protagonisti sono dei ragazzini coinvolti all’improvviso in situazioni paradossali, ma anche per lo spirito della produzione, che è un continuo riferimento a film, videogiochi e cultura degli anni ’80. La struttura del gameplay è quella di un action-adventure, con elementi da gioco di ruolo, che ci consente di utilizzare cinque diversi personaggi, ognuno dei quali con caratteristiche uniche.

Il più atteso del mese per: Talesofmanu.


15 febbraio

Secret of mana

[!] Secret of Mana (PC, PS4)
Secret of Mana richiama sicuramente ottimi ricordi nella memoria dei giocatori di Jrpg più attempati. Uscito nel 1993 su Snes, si trattava di un gioco di ruolo decisamente riuscito, con una storia avvincente e personaggi ben caratterizzati. Il remake porta con sé non solo una nuova grafica tridimensionale, ma anche musiche riarrangiate (con la possibilità di ascoltare la versione originale) e alcune scene di intermezzo inedite. È presente anche la coop (solo locale) e l’ovvio supporto a trofei e achievement.


16 febbraio

[?] The Longest Five Minutes (PC, PS Vita, Switch)
L’amnesia è un trucco narrativo abbastanza ricorrente nei videogiochi e, in particolar modo, nei Jrpg, come suggerito dalla nostra guida. Tuttavia, in questo titolo di Nippon Ichi, il protagonista deve fare i conti con la perdita di memoria non all’inizio dall’avventura, ma nel corso dello scontro con il boss finale. L’obiettivo è dunque rivivere rapidamente il passato, così da recuperare i ricordi e con essi abilità e poteri. Sotto il profilo grafico, The Longest Five Minutes si limita al minimo indispensabile, offrendo una grafica bidimensionale che ricalca i Jrpg dei tempi dello Snes.

[?] Fe (PC, PS4, Switch, Xbox One)
Fe è stato sviluppato nel contesto del programma EA Originals, iniziativa di Electronic Arts votata a dare spazio ai prodotti indipendenti, dando vita all’interessante Unravel e gettando le basi del promettente A Way Out. Qui interpretiamo Fe, uno strano animale immerso in una foresta abitata da creature mistiche. Potremo imparare versi e vocalizzi per comunicare con esse, così da poter ricorrere al loro aiuto per aprirci la strada verso nuove aree. Il titolo punta molto sulla vena artistica della produzione, oltre che sulla libertà d’azione e di esplorazione lasciata al giocatore.

[!] Radiant Historia: Perfect Chronology (3DS)
Già lanciato in Giappone nel corso del 2017, il remake di Radiant Historia è ormai pronto a sbarcare anche in Europa. Il titolo originale era un ottimo Jrpg per Nintendo DS, che contava su una storia ben scritta e un’impostazione classica. Perfect Chronology offre una grafica rimaneggiata, l’aggiunta del doppiaggio e anche contenuti inediti, che andranno ad approfondire la narrazione. Interessante la scelta di offrire due modalità di gioco: la prima consente di affrontare l’avventura originale senza gli extra, mentre la seconda ci consente di gustare da subito dei contenuti aggiuntivi.

Il più atteso del mese per: LeoNick85.


20 febbraio

[?] Age of Empires: Definitive Edition
Il primo Age of Empires rappresenta indiscutibilmente una pietra miliare nel mondo degli strategici in tempo reale. Un titolo eccellente, che è stato preso come punto di riferimento per molti RTS che l’hanno seguito. Poterci mettere nuovamente le mani sopra, godendo di una grafica aggiornata, del supporto al multiplayer e piccole piacevoli aggiunte, non può che far piacere agli appassionati del genere. Considerato tuttavia che il secondo capitolo, migliore del primo sotto diversi punti di vista, conta già una remastered HD dal 2013, forse l’attesa per questa riedizione del prodotto originale potrebbe non essere spasmodica.

[?] The Station (PC, PS4, Xbox One)
The Station fa parte di quei giochi difficili da decifrare prima della loro uscita. Si tratta di un titolo in prima persona, che ci mette a bordo di una stazione spaziale abbandonata per indagare sulla scomparsa di alcuni scienziati. Questi ultimi stavano studiando una nuova civiltà aliena e spetta a noi capire cosa è successo, in un gioco che assume i tratti di un walking simulator. La qualità della narrazione è dunque essenziale per definire la portata di The Station e le notevoli affinità con il recente Tacoma non aiutano sul fronte dell’originalità.

Apex construct

[!] Apex Construct (PS4-PS VR)
La premessa di Apex Construct sa di già sentito: gli umani hanno esagerato con le intelligenze artificiali e ora il mondo è in rovina, soggiogato da macchine senza controllo. A noi resta di trovare il modo di sopravvivere, armati di arco e frecce. Il titolo tuttavia è dedicato alla realtà virtuale, trovando spunto proprio nella diversa prospettiva offerta dal caschetto VR. Il gioco pare vario e ben strutturato, alternando fasi di combattimento alla risoluzione di puzzle, con differenti modalità di spostamento per garantire un comfort ottimale. Si tratta di un’esclusiva temporale per Playstation VR, con la versione PC per Oculus Rift e HTC Vive in arrivo il 20 marzo.


22 febbraio

[?] Metal Gear Survive (PC, PS4, Xbox One)
L’annuncio di Metal Gear Survive ha inevitabilmente indispettito i fan della serie. Con la separazione tra Konami e Hideo Kojima, il destino della storica saga sembrava destinato all’oblio e una deriva da survival horror non era propriamente quello che si auguravano i giocatori. Per questo motivo, se osservato con gli occhi di un amante di Metal Gear, Survive può essere serenamente bollato con un [-]. Tuttavia, facendo lo sforzo di ignorare il nome che porta e gli asset presi a piene mani dal quinto capitolo, potrebbe uscirne un titolo piacevole, in particolar modo se affrontato in cooperativa.

[?] Sword Art Online: Fatal Bullet (PC, PS4, Xbox One)
La serie Sword Art Online si è già prestata a diverse trasposizioni videoludiche, ma dopo aver riproposto in diverse salse le avventure di Kirito si è deciso per un cambio di approccio. In Fatal Bullet ci troveremo in Gun Gale Online, il mmorpg al centro della seconda stagione dell’anime, e potremo creare il nostro alter ego, così da poter vivere una storia inedita. Anche il gameplay si modifica, mantenendo i tratti di un gioco di ruolo, ma trasformandosi di fatto in uno sparatutto in terza persona. Immancabili le comparsate dei personaggi più noti della serie, che faranno felici gli appassionati.


23 febbraio

[?] Past Cure (PC, PS4, Xbox One)
Non è stato diffuso molto riguardo a questo progetto, a parte qualche breve trailer e a una descrizione che parla di un gioco action con elementi stealth, in un contesto da thriller psicologico con tinte dark. Le fonti di ispirazione sono film come Fight Club e Inception, che fanno del labile confine tra immaginazione e realtà il loro fulcro. Confusi sul progetto? Pure io. Tuttavia, sebbene le prove parlino di un gioco tecnicamente non eccelso, sottolineano anche come il potenziale narrativo ci sia e che possa riuscire a sorreggere un’avventura da circa dieci ore di gioco. In particolare, sembra ben riuscita la meccanica di sviluppo del protagonista, il quale, acquisendo e utilizzando nuove abilità sovrannaturali, scivolerà sempre di più verso la pazzia.


27 febbraio

[?] Gravel (PC, PS4, Xbox One)
L’italiana Milestone allarga i propri orizzonti con Gravel, titolo dedicato alle corse off-road. Vengono abbandonate le velleità simulative degli altri titoli della casa di sviluppo, focalizzando l’esperienza su un modello più arcade, accessibile e spettacolare. Sono presenti diverse aree liberamente esplorabili, piene di eventi da affrontare, con corse che si svolgono sia in mezzo alla natura sia in arene e circuiti reali. Il titolo segna anche il passaggio all’Unreal Engine, offrendo un dettaglio grafico più accurato. I titoli di corsa arcade non mancano, ma Gravel sembra avere le carte in regola per ritagliarsi il proprio spazio.


28 febbraio

moss

[!] Moss (PS4-PS VR)
Abbiamo già sottolineato più volte (qui ad esempio) che anche i titoli in terza persona beneficiano della realtà virtuale, grazie al maggiore senso di scala e di immersione. Per questo motivo, già dal trailer di presentazione, Moss sembrava essere un titolo da tenere in considerazione. Un auspicio che è diventato quasi certezza, una volta messe le mani sulla demo, che ha confermato come l’avventura della piccola topolina possa rappresentare uno dei titoli più stuzzicanti di questo 2018 per PS VR. Restano i dubbi, non da poco, legati alla longevità e alla varietà dell’esperienza completa, ma intanto Moss ha indubbiamente solleticato la nostra curiosità.

Il più atteso del mese per: Herman1800.


DATA DA DEFINIRE:

[?] The Council (1° episodio) (PC, PS4, Xbox One)
Chiudiamo il mese dei giochi in uscita con il primo episodio di questa nuova promettente avventura narrativa. Sviluppato da Big Bad Wolf, come tutti i prodotti di questo tipo, il gioco si focalizza sulle scelte del giocatore e sull’impatto di queste ultime sul corso della storia. In particolar modo, potremo ricorrere agli oggetti e alle abilità del protagonista per avere la meglio nei confronti con gli altri personaggi. Anche l’ambientazione pare promettente, con il primo capitolo che si svolge nel 1793 e ci vede convocati su di un’isola privata con altre importanti figure storiche, come Napoleone e George Washington.


ALTRO NELL’ORBITA DI FEBBRAIO

È ormai una consuetudine registrare, tra i giochi in uscita per Switch, una pletora di titoli già pubblicati altrove e pronti a far la loro comparsa anche sulla nuova console Nintendo. Troviamo infatti Crypt of the Necrodancer (1 febbraio), Shiftlings (1 febbraio), Aeterno Blade (1 febbraio), Immortal Redneck (9 febbraio), Pac-Man Championship Edition 2 Plus (22 febbraio), Disc Jam (8 febbraio) e Payday 2 (23 febbraio).
Non solo, si uniscono alla libreria Switch anche gli ottimi indie Night in the Woods e SteamWorld Dig (1 febbraio), oltre al simil Minecraft Dragon Quest Builders (9 febbraio). Da non dimenticare anche la riproposizione dei primi due Bayonetta (16 febbraio) sulla console Nintendo, per allietare l’attesa del terzo capitolo.
Playstation 4 e Xbox One registrano invece l’approdo di De Blob 2 (27 febbraio), se già non avete avuto modo di provarlo nelle sue altre versioni, e di South Park: Il Bastone della Verità (13 febbraio), finora disponibile solo come bonus preorder di Scontri Di-retti. L’ottimo Owlboy, invece, arriva il 13 febbraio su PS4, Switch e Xbox One, mentre solo su PS4 sbarca Under Night In-Birth Exe: Late[st], nuova versione di questo picchiaduro bidimensionale.
Completano la lista dei giochi in uscita Final Fantasy XII: The Zodiac Age su PC (1 febbraio) e il platform in stile retro Rad Rodgers, che fa fa capolino su Ps4 e Xbox One (21 febbraio). Final Fantasy conta inoltre la pubblicazione del suo quindicesimo capitolo in versione Final Fantasy XV: Pocket Edition per dispositivi Android e iOS, che ci permetterà di vivere i fatti salienti della storia di Noctis su dispositivi Mobile.
Febbraio presenta anche qualche interessante DLC, come Rise and Fall (8 febbraio), che amplia l’esperienza di Civilization VI, e Apocalypse, espansione per Stellaris. Apocalypse è anche il nome del nuovo DLC di Battlefield 1, previsto per una data non definita di febbraio. The Resistance è invece il titolo per l’espansione di Call of Duty WWII, già lanciata su PS4 e in arrivo anche per PC e Xbox One.