Share

Il prossimo marzo si candida con prepotenza ad essere il mese più rilevante dell’anno videoludico. Tanti i giochi in uscita di rilievo, ma il palcoscenico è occupato in gran parte dall’arrivo di Nintendo Switch, la nuova console della nota casa nipponica. Si tratta di un interessante tentativo di coniugare il gioco casalingo con quello portatile e siamo curiosi di vedere come Nintendo porterà avanti questa filosofia. Nell’immediato, però, l’attenzione è rivolta a The Legend of Zelda: Breath of the Wild, nuova iterazione della celebre serie e titolo di punta tra i giochi che accompagnano il lancio di Switch.
Non dimentichiamoci però che marzo è anche il mese di Horizon: Zero Dawn, l’atteso open world di Guerrilla Games, e Mass Effect: Andromeda, il nuovo inizio di una delle serie più amate della scorsa generazione. Se ancora non vi basta, ammassati in questi trentuno giorni, troviamo anche Nier Automata, ovvero il ritorno di Yoko Taro in coppia con i Platinum Games, Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands e numerosi titoli indie da tenere d’occhio.

Rinnoviamo la doverosa premessa. Ogni gioco sarà accompagnato dall’indicatore dell’hype marziano, una semplice stima di quanto ci aspettiamo da ogni titolo in arrivo, dando per scontato che una valutazione vera e propria si può fare soltanto avendo il gioco tra le mani. Qui di seguito una legenda per capire a che livello arriva l’hype marziano!

LEGENDA
[!] = Non sto più nella pelle!
[?] = Mmmh, interessante, meglio tenerlo d’occhio!
[-] = Avanti il prossimo!


1 marzo

horizon

[!] Horizon: Zero Dawn (PS4)
Se il buon giorno si vede dal mattino, la prima pubblicazione prevista per i giochi in uscita a marzo lascia indubbiamente ben sperare. L’incursione negli action RPG di Guerrilla Games, saliti alla ribalta con la serie Killzone, ha generato grande curiosità tra i giocatori sin dal primo trailer di Horizon Zero Dawn, brillante sia per la qualità grafica del progetto sia per l’originalità dell’ambientazione e del gameplay. Le prime recensioni sono già disponibili sulla rete e pare che l’attesa sia stata ripagata: sebbene il lavoro sulla narrazione non risulti perfetto, l’impianto di gioco pare ben strutturato e appagante.


3 marzo

switch

[!] Nintendo Switch
L’arrivo di una nuova console è sempre una data da cerchiare in rosso sul calendario. Essa rappresenta infatti la base su cui si poggeranno un’ondata di titoli inediti e segna un ulteriore passo nell’evoluzione di questo mondo che tanto ci affascina. La curiosità è particolarmente alta nel caso di Nintendo, che da tempo ha scelto una via alternativa rispetto alle concorrenti, proponendo sistemi di gioco meno potenti ma arricchiti da peculiarità proprie. Con Wii U non è riuscita a replicare il successo di Wii, chissà se il tentativo di fondere una piattaforma fissa con una mobile possa permettere alla casa nipponica di riguadagnare il terreno perduto.

breathofthewild

[!] The Legend of Zelda: Breath of the Wild (Switch, Wii U)
Negli ultimi anni Nintendo ha perso in parte il supporto delle terze parti e, in attesa di vedere quale sarà l’atteggiamento delle software house verso Switch, la grande N cala subito l’asso. Sin dal suo primo giorno di esistenza, la nuova console potrà vantare un inedito Zelda nel proprio parco giochi. Non una vera e propria esclusiva, considerato che Breath of the Wild sarà disponibile anche per Wii U, ma la sua veste migliore sarà sicuramente quella indossata per Switch. Un vasto open world, un mondo immenso e colorato e un gameplay vario e divertente sono solo alcuni dei motivi che giustificano l’attesa spasmodica per il titolo.

Il più atteso del mese per: Herman1800.

 

[!] Shovel Knight: Treasure Trove (Switch)
Se siete dei freschi possessori di Nintendo Switch e non siete risucchiati nel mondo di Zelda, questo porting di Shovel Knight potrebbe fare al caso vostro. Tenete presente però che, nonostante la nuova titolazione, non si tratta (o quasi) di un gioco inedito. Treasure Trove altro non è che la raccolta del gioco originale, più le sue espansioni, in un singolo pacchetto. Espansioni che originariamente sarebbero dovute essere distribuite gratuitamente (e continueranno ad esserlo per gli acquirenti della prima ora di Shovel Knight), ma che da qui in avanti saranno acquistabili anche singolarmente. La versione per Switch sarà la prima a godere della nuova campagna Specter of Torment.

[?] I am Setsuna (Switch)
Altro titolo che si unisce alla famiglia di Switch. Questo Jrpg, già disponibile per PS4 e PC, è passato un po’ sottotraccia al momento della sua pubblicazione, forse per via del periodo infelice (in tempo di vacanze a luglio) o per il suo rivolgersi ai nostalgici dei vecchi giochi di ruolo giapponesi, che sono una nicchia (e pure esigente). Pur non aspirando a stabilire nuovi standard nel genere, rimane un piacevole titolo e un gradevole sguardo al passato. Se ne volete sapere di più, noi ne abbiamo sviscerato ogni aspetto in questo incontro ravvicinato.

[-] 1-2-Switch (Switch)
Nel corso della presentazione della nuova console, Nintendo ha sottolineato come Switch fosse la sintesi di tutti i suoi prodotti precedenti. 1-2 Switch parrebbe essere il pezzo del puzzle che rappresenta quell’esperienza molto casual che ha determinato parte della fortuna di Wii. Una serie di minigiochi nei quali lo schermo diventa quasi accessorio e l’azione si svolge esclusivamente tramite ai Joy-Con, sfruttando anche la nuova tecnologia del rumble HD. La sensazione è però che si tratti di giochi con poco appeal, da provare una volta e rispolverare magari giusto in occasione della visita di un amico. Un titolo che pare più votato a “giocare” con le nuove funzionalità della console, che ad essere giocato di per sé, ma tuttavia venduto a prezzo quasi pieno.

[?] Super Bomberman R (Switch)
Tra i titoli disponibili al lancio per Switch figura anche questa nuova iterazione di Bomberman. Un titolo indubbiamente divertente, forte di un gameplay che è in grado di generare situazioni esilaranti se giocato in compagnia. Insomma, un ottimo esponente per la neonata Switch, sebbene ormai la serie abbia vissuto innumerevoli iterazioni e il cuore pulsante del gioco sia sostanzialmente lo stesso.

[?] The Binding Of Isaac Afterbirth+ (Switch)
Altro porting che si unisce alla linea di lancio di Nintendo Switch. Il celebre roguelike ha raccolto numerosi apprezzamenti sin dalla sua prima pubblicazione nell’ormai lontano 2011, introducendo nel corso del tempo nuovi DLC. Questa versione include anche questi contenuti, rappresentando così l’incarnazione definitiva del titolo. Resta però difficile pensare che giochi del genere, già disponibili da tempo per le altre piattaforme, possano rappresentare una tentazione significativa per i potenziali acquirenti di Switch.


7 marzo

[?] Ultimate Marvel vs. Capcom 3 (PC, Xbox One)
Capcom continua la politica di “valorizzazione” dei propri titoli, estendendo a PC e Xbox One la conversione di questa celebre serie crossover. In attesa del nuovo capitolo (Marvel Vs. Capcom: Infinite previsto per l’anno in corso), potrete dilettarvi in scontri tra i personaggi della casa nipponica e i supereroi targati Marvel. Questa versione non aggiunge molto rispetto a quella originale, già vista sulla generazione precedente di console. Sembrano, inoltre, rimasti immutati i problemi legati al multigiocatore online.

[?] Switch (PC, Xbox One)
No, non ha niente a che fare con la neonata console Nintendo. Si tratta invece di un platform dalla grafica minimale, che dai trailer sembra ispirarsi almeno in parte a Super Meat Boy. Vestiremo i panni della lettera “I” nel suo viaggio alla ricerca degli altri componenti dell’alfabeto. Il titolo è dovuto a una delle sue meccaniche chiave, che consiste nella possibilità di attivare o disattivare rapidamente certi elementi del mondo di gioco, così da aprirci la strada verso la conclusione del livello.

[?] Tom Clancy’s Ghost Recon: Wildlands (PC, PS4, Xbox One)
Qualcuno di voi probabilmente si sarà già fatto un’idea riguardo a questo open world, grazie all’opportunità di provarne la beta nel corso di febbraio. La nuova iterazione di Ghost Recon, seppur presenti aspetti positivi, sembra non aver convinto del tutto né giocatori né esponenti della critica di settore. Il titolo si esprime al suo meglio se giocato con gli amici, tentando di affrontare le non troppo varie missioni in modo strategico ed evitando approcci alla Rambo. In caso contrario, o giocandolo in solitaria, il titolo perde gran parte del suo fascino.


10 marzo

[?] Mario Sports Superstars (3DS)
Altri straordinari per il povero Mario. Il famoso idraulico si prepara ad un nuovo spin-off, sulla falsa riga dei titoli dedicati alle olimpiadi. In quest’occasione potremo dilettarci con uno dei cinque sport proposti (calcio, tennis, golf, equitazione e baseball). Il titolo supporta il multiplayer e potrebbe offrire ore di sano divertimento, sperando che sia stata dedicata sufficiente attenzione a sviluppare appieno tutte e cinque le discipline.

nierautomata

[!] NieR Automata (PC, PS4)
Alla sua uscita il primo Nier non solo è stato snobbato, ma addirittura affossato dalla critica specializzata e dalle scarse vendite. Non del tutto ingiustamente, considerati i grossi limiti sul fronte tecnico. Sotto questa veste dismessa, tuttavia, si nascondeva un brillante Jrpg e il passaparola ha restituito nel tempo la giusta dignità al lavoro di Yoko Taro. L’annuncio di un seguito, con la realizzazione del gameplay affidata a Platinum Games, ha dunque entusiasmato i fan, che si augurano, a buon ragione, che da tale collaborazione possa nascere un rpg memorabile.

Il più atteso del mese per: Pazzo.


14 marzo

[?] Styx: Shard of Darkness (PC, PS4, Xbox One)
Il primo capitolo, Styx: Master of Shadows, pubblicato nel 2014 e spin-off di Of Orcs and Men, è stata una piacevole sorpresa. Non un capolavoro, ma un dignitosissimo stealth game. Cyanide conferma la fiducia nel proprio progetto e rilancia con questo seguito, che, a giudicare dalle prime anteprime, pare ampliare e migliorare il precedente episodio sotto ogni aspetto. Nessuna rivoluzione dunque, ma piuttosto un processo di crescita che può interessare gli appassionati del genere.


15 marzo

[?] Future Unfolding (PC)
I giochi indie sanno spesso distinguersi per una resa estetica molto gradevole, che rinuncia al fotorealismo per abbracciare colori sgargianti o pixel art ricercata. Sembra il sentiero percorso anche da Future Unfolding, titolo indipendente che si configura come un gioco votato all’esplorazione. Il coinvolgimento si basa pertanto sul senso di scoperta e sull’interazione con gli animali che scopriamo lungo il percorso, talvolta amichevoli, altre volte ostili.


17 marzo

[?] Wartile (PC – Accesso anticipato)
Tra gli appassionati dei giochi da tavolo, c’è chi si diletta a collezionare miniature da schierare su un ipotetico campo di battaglia. È a queste persone che si rivolge Wartile, che tenta di riproporre lo stesso schema ma all’interno di un universo digitale. Grande attenzione è dunque dedicata alla cura dei modellini da schierare, mentre il gameplay si struttura come un rpg tattico a turni. È ancora presto per valutarne la profondità del sistema di combattimento e le opzioni online, ma indubbiamente è un progetto originale.

[?] 2Dark (PC, PS4, Xbox One)
Guardando il trailer, 2Dark potrebbe essere bollato come uno dei tanti indie a tema horror senza troppa ispirazione. Dietro questo progetto c’è però il nome di Frédérick Raynal, autore di Alone in the Dark, pertanto è interessante seguirne gli sviluppi. Vestiremo i panni di un ex detective nel tentativo di salvare dei bambini rapiti e tenuti prigionieri nella città di Gloomywood. Alcune meccaniche sembrano originali e potenzialmente potrebbe portare una ventata di freschezza nel genere.

danga

[!] Danganronpa 1.2 Reload (PS4)
Tra i diversi titoli degni di nota che può contare l’affatto morta PS Vita, figura la serie di Danganronpa. Questa curiosa visual novel nel frattempo è approdata anche su Steam, ma non sulla sorella maggiore della portatile Sony. Per chi dunque non ha ancora assaggiato la follia di tale titolo, l’occasione è ghiotta, perché in un unico pacchetto sono raccolti i due capitoli della serie. Una buona opportunità per mettersi alla pari, in attesa dell’arrivo del terzo episodio. Se desiderate approfondire, sulle nostre pagine abbiamo presentato un incontro ravvicinato del primo episodio.

[?] Kona (PC, PS4, Xbox One)
Vaste lande innevate, un pizzico di avventura grafica e un’aggiunta di elementi survival. Questi sembrano essere gli ingredienti alla base di Kona, gioco attualmente disponibile su Steam e GOG in accesso anticipato e ormai pronto per esordire con la sua versione completa. Le prime impressioni che ha raccolto tra pubblico e critica sono più che positive e sottolineano come il mix di generi diversi sia stato ben congegnato.


21 marzo

[?] Troll & I (PC, PS4, Xbox One)
Nel tentativo di spezzare la linearità di giochi come il nuovo Tomb Raider o Uncharted, Maximum Games punta su un particolare duo protagonista: un uomo e una creatura gigantesca, il Troll del titolo. Potremo controllare l’uno o l’altro personaggio, decidendo a favore di un approccio più silenzioso o preferendo la forza bruta. È prevista anche la possibilità del multigiocatore locale ed elementi di crafting. Nel corso della primavera Troll & I dovrebbe uscire anche su Switch.


23 marzo

andromeda

[!] Mass Effect: Andromeda (PC, PS4, Xbox One)
Last but not least, si direbbe in inglese, Andromeda si presenta come ultimo in ordine cronologico tra le molte grandi produzioni in arrivo in questo marzo pazzerello, ma resta uno dei giochi più attesi in assoluto del 2017. Molti giocatori (il sottoscritto compreso) si sono innamorati dell’epopea di Shepard nella trilogia originale e sono curiosi di vedere se la serie si saprà mantenere su alti livelli qualitativi anche in questa nuova ambientazione. Quanto mostrato nei trailer lascia ben sperare, pertanto aspettiamo con ansia di poterci mettere le mani sopra.

Il più atteso del mese per: Fiveomega, Gabreck, LeoNick85.

[?] Rock Band VR (Oculus Rift)
Il successo di serie come Rock Band e Guitar Hero era legato al nostro desiderio di improvvisarci musicisti e replicare su un palco brani musicali memorabili. Riuscire ad eseguire un riff perfetto, sentendosi un Joe Satriani o un Van Halen, era il segreto del successo di tali titoli. Sembra dunque un’evoluzione naturale il passaggio alla realtà virtuale, che completa il percorso di immedesimazione, gettandoci su un palco di fronte a una platea. Potrebbe essere l’occasione per rinvigorire il genere dei giochi musicali, che ha subito una brusca frenata dopo i vari (e troppi) Guitar Hero e Rock Band.


24 marzo

[?] Dreamfall Chapters (PS4, Xbox One)
Già disponibile per PC, Dreamfall Chapters completa il percorso iniziato con The Longest Journey e Dreamfall. Un’occasione per i fan della serie di completare il viaggio iniziato 17 anni fa, ma che potrebbe avere un appeal minore per i neofiti. Si tratta di un’avventura che punta fortemente sulla narrativa e sulle scelte del giocatore, lasciando poco spazio all’interattività. Se però cercate una storia appassionante, tenetelo d’occhio (magari dopo aver recuperato i primi due titoli della serie).

[?] Touhou Genso Wanderer (PS4, PS Vita)
Vi avevamo introdotto questo titolo tra i giochi in uscita a febbraio, ma ve lo dobbiamo riproporre questo mese:

La serie Touhou ha raccolto una piccola nicchia di affezionati grazie ai suoi shoot’em up caotici, nei quali lo schermo si ricopre quasi interamente di proiettili da schivare e mette a dura prova l’abilità del giocatore. Genso Wanderer si discosta dal materiale originale e propone un gameplay da roguelike rpg, mantenendo dunque la difficoltà come punto fermo. Un prodotto che interesserà i fan della serie, ma forse potrà incuriosire anche i giocatori alla ricerca di una sfida diversa dal solito.

[?] Toukiden 2 (PC, PS4, PS Vita)
Quando un gioco raggiunge il successo, automaticamente prepara il terreno da seguire per i concorrenti, che tentano di inseguirne la fama. È il caso di Monster Hunter, il quale conta ormai innumerevoli tentativi di emulazione, perlopiù vani. Koei Tecmo è riuscita invece a distinguersi con il primo Toukiden, non un capolavoro, ma un gioco valido con caratteristiche peculiari che gli permettevano di emergere. La casa giapponese ora porta in Occidente il seguito, che prende gli aspetti migliori dell’episodio precedente e tenta di ampliarli, offrendoci un mondo open world. La storia si pone a sette anni di distanza dal Toukiden originale, ma dovrebbe essere godibile anche partendo direttamente dal nuovo capitolo.

[!] Zero Escape: The Nonary Games (PC, PS4, PS Vita)
Si ripete qui il discorso fatto qualche riga sopra per Danganronpa. Questa remastered comprende due ottime visual novel (Nine Hours, Nine Persons, Nine Doors (999) e il seguito Virtue’s Last Reward), offrendo la possibilità anche ai non possessori di console mobili Nintendo e Playstation di giocare a tali titoli. Se apprezzate il genere e le storie dense di mistero, si tratta sicuramente di una raccolta da tenere d’occhio.


28 marzo

[?] MLB The Show 17 (PS4)
Da titolo sportivo che si rispetti, MLB The Show si ripresenta con la sua iterazione annuale, con la solita dose di piccole migliorie e database aggiornati. Si tratta sicuramente di un prodotto valido se amate il baseball, ma, considerata la poca attenzione che riceve questo sport dalle nostre parti, immaginiamo che siano pochi i videogiocatori italiani che fremono per quest’uscita.

[?] Vikings: Wolves Of Midgard (PC, PS4, Xbox One)
In attesa di una nuova espansione che ridia linfa a Diablo III, gli appassionati del genere dovrebbero dare un’occhiata a Vikinds: Wolves of Midgard, action rpg realizzato da Kalypso. L’ambientazione nordica ben si accoppia con il gameplay, naturalmente votato all’annientare orde di nemici. Non manca qualche trovata originale, come la gestione dell’ipotermia, che distingue in parte il titolo dal colosso di Blizzard. Non stabilirà nuovi standard, ma dovrebbe riuscire a garantire qualche ora di sano intrattenimento.

[?] Has-Been Heroes (PC, PS4, Switch, Xbox One)
Stanchi delle solite avventure fantasy, la cui narrazione verte sugli stessi cliché? Questo roguelike realizzato da Frozenbyte, gli autori della trilogia di Trine, potrebbe fare per voi. La missione dei protagonisti non è quella di salvare il mondo, ma semplicemente di accompagnare le due principesse del regno a scuola. Si coglie subito il tono scanzonato che assume il titolo e che propone un gameplay relativamente semplice. Non un’esperienza profonda, ma potenzialmente un buon passatempo, che potrebbe calzare a pennello nelle sessioni in mobilità di Switch.


29 marzo

[?] Snake Pass (PC, PS4, Switch, Xbox One)
I platform 3D non contano molti esponenti di rilievo in tempi recenti, soppiantati da altri generi più in voga. Per questo i nuovi titoli che tentano di arricchirne il panorama odierno sono benvenuti. Ci prova in modo originale Sumo Digital con Snake Pass, nel quale prenderemo il controllo di un serpente e cercheremo di guidarlo lungo livelli dai colori sgargianti. La natura dell’animale, che può solo strisciare e non saltare, offre nuovi spunti, che speriamo si traducano in un gameplay divertente e originale.


31 marzo

[?] God Wars: Future Past (PS4, PS Vita)
Pescando dall’immaginario leggendario giapponese, Nippon Ichi ci propone un nuovo tactical rpg. L’ambientazione è affascinante, ma, come consueto per i giochi di questo sviluppatore, bisogna aspettarsi una realizzazione tecnica molto essenziale. Ciononostante i titoli targati NIS sanno essere piacevoli per chi ama il genere d’appartenenza, sebbene God Wars si vada a collocare in un mese particolarmente ricco di uscite importanti.


kingdom-hearts28

[!] Kingdom Hearts HD 1.5+2.5 ReMIX (PS4)
Se siete soliti seguire questa rubrica, dovreste sapere che non è particolarmente apprezzata la pratica di remasterizzare titoli di vario genere, così da sfruttarne al massimo il potenziale economico. Tanto più quando si parla di riproposizioni di giochi che sono a loro volta delle remastered, come in questo caso. È però indubbio il valore produttivo contenuto in questo pacchetto, che raccoglie sotto un unico ombrello gran parte dell’epopea raccontata da Kingdom Hearts. Diventa dunque un acquisto obbligato per chi si prepari al “ripassone” in vista del terzo episodio.


DATA DA DEFINIRE:

[-] Super Mario Run (Android)
L’approdo su mobile dell’idraulico più famoso del mondo è risultato alquanto controverso. Da un lato presenta meccaniche troppo casual per gli appassionati di lungo corso di Super Mario, dall’altra un costo ritenuto troppo alto per gli standard degli store per cellulari. La richiesta di una connessione sempre attiva per poter usufruire dell’app ha ulteriormente minato il gioco, che non pare aver generato il ritorno che si aspettava Nintendo. Questa volta il successo è in un altro castello.

Thimbleweed-Park

[!] Thimbleweed Park (PC, Xbox One)
Ve lo avevamo già proposto lo scorso mese, dato che gli sviluppatori avevano indicato la possibile uscita tra febbraio e marzo. Non sono sopraggiunte ulteriori notizie, quindi il titolo dovrebbe essere presentato nei prossimi trenta giorni (oppure slittare, ma noi speriamo di vederlo presto). Ecco cosa vi avevamo detto:

Febbraio potrebbe essere il mese più interessante dell’anno per gli appassionati delle avventure grafiche. O forse marzo. Dipende da quando uscirà Thimbleweed Park, la nuova creatura di Ron Gilbert e Gary Winnick, due leggende di questo genere videoludico. La storia è costruita intorno a due agenti federali che devono indagare su un omicidio a Thimbleweed Park, mentre le meccaniche ricalcano i grandi classici, con interazioni simili a quelle offerte dal caro e vecchio SCUMM. La sua pubblicazione è data incerta tra questi due mesi, ma è invece sicura l’attesa per vedere quali follie hanno preparato per noi i due autori.

Il più atteso del mese per: Talesofmanu.

 

[?] FlatOut 4: Total Insanity (PC, PS4, Xbox One)
Non sarà una delle serie di corsa arcade più ricordate del panorama videoludico, ma FlatOut conta indubbiamente un nutrito numero di estimatori, grazie alle sue corse folli e adrenaliniche. Il terzo capitolo ha però deluso i più e l’auspicio è che questo episodio possa riportare FlatOut agli antichi fasti. L’impresa è passata nelle mani di Kylotonn Racing Game, già autori di WRC 5 e WRC 6, titoli di gare di rally non propriamente memorabili.