Share

Dopo un settembre ricco di giochi in uscita di spessore, si prosegue la soddisfacente cavalcata verso il periodo natalizio. Tanti altri titoli ci attendono sul percorso e, come sempre, spaziano tra molteplici generi, testimoniando l’ottimo momento dell’industria videoludica. Sul fronte Switch ci attende Luigi’s Mansion 3 e la trasposizione di The Witcher 3, oltre a Little Town Hero, l’antipasto in salsa Jrpg che Game Freaks ha preparato in vista del prossimo Pokémon.
Guardando dalla parte di Playstation, ecco l’atteso ritorno di Medievil, ma, dopo qualche rinvio, è tempo di pubblicazione anche per Concrete Genie. Tom Clancy’s Ghost Recon Breakpoint è lì per soddisfare chi cerca un po’ di azione tattica e cooperativa, ma l’adrenalina la potete trovare anche con Call of Duty: Modern Warfare. Se desiderate velocità Codemasters vi aspetta con GRID, ma non bisogna dimenticare il mondo indie, che offre prodotti promettenti come Warsaw, Afterparty, Indivisible o il gdr Disco Elysium. E per restare in tema di giochi di ruolo, in questo ottobre c’è spazio anche per il nuovo lavoro di Obsidian Entertainment, The Outer Wilds, e l’atteso arrivo dal Sol Levante di The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel 3. Fateci sapere se c’è qualcosa che vi stuzzica, scrivendocelo nei commenti, o venendo a trovarci nel nostro gruppo Telegram: La Saletta di Vita Extra.

Rinnoviamo la doverosa premessa. Ogni gioco sarà accompagnato dall’indicatore dell’hype marziano, una semplice indicazione di quanto ci aspettiamo da ogni titolo in arrivo, dando per scontato che una valutazione vera e propria si può fare soltanto avendo il gioco tra le mani. Qui di seguito una legenda per capire a che livello arriva l’hype marziano!

LEGENDA
[!] = Non sto più nella pelle!
[?] = Potrei farci un pensierino!
[-] = Avanti il prossimo!


1 ottobre

[-] ReadySet Heroes (PC, PS4)
Svelato nello State of Play dello scorso marzo, ReadySet Heroes è un dungeon crawler che punta forte sull’azione con altri giocatori in carne ed ossa. L’obiettivo è buttarsi a capofitto in aree sempre diverse, affrontando mostri e trappole con l’obiettivo di migliorare il proprio equipaggiamento. Un aspetto essenziale, perché al termine del percorso ci attende un’arena dove i quattro giocatori si affrontano in uno scontro all’ultimo sangue. Un’idea interessante, ma che sembra dover scendere a patti con una realizzazione piuttosto semplicistica, stando a quanto emerge dal trailer di presentazione. Da sottolineare che si può affrontare in schermo condiviso sul divano di casa o affidandosi all’online.


2 ottobre

[?] Warsaw (PC)
Inizialmente previsto per il mese di settembre, Warsaw è un originale gioco di ruolo con combattimenti a turni e visuale bidimensionale. Facile richiamare alla mente le analogie con Darkest Dungeon, ma l’ambientazione è totalmente differente: come suggerisce il titolo, ci troviamo in Polonia e guidiamo la resistenza contro gli invasori nazisti nel 1944. Il gioco presenta dunque forti basi storiche e non vuole stravolgere gli eventi del passato, ma piuttosto intende farci vivere le strazianti vicende di un momento di grande difficoltà. Una difficoltà che dovrebbe essere ripresa anche sul fronte ludico, con battaglie impegnative che metteranno alla prova le nostre capacità strategiche.


3 ottobre

[?] Neo Cab (PC, Switch)
Per il prossimo elemento dei giochi in uscita facciamo un deciso salto nel futuro, per immergerci nel mondo di neon e robot di Neo Cab. Qui vestiamo i panni di Lina, una tassista umana che rappresenta un’eccezione tra tanti veicoli automatizzati. L’impostazione è vicina a quella di una visual novel, nel quale scegliere le risposte più adeguate nel corso dei dialoghi con i clienti. Lo scopo della protagonista è però di scoprire qualcosa sull’amica scomparsa, mentre tentiamo di tenere a galla la nostra attività lavorativa.

[?] Paranoia: Happiness is Mandatory (PC)
Tra i giochi in uscita a ottobre c’è spazio anche per un gdr classico dalla visuale isometrica, che riprende a sua volta un noto gioco di ruolo da tavolo degli anni ’80. L’ambientazione strizza chiaramente l’occhio a 1984 e alla distopia di George Orwell: il complesso Alfa è controllato dal Computer, che, grazie alla sua guida assoluta, consente agli uomini di vivere felici e sicuri. Per assicurare l’adesione delle persone alla linea di pensiero, una squadra di Risolutori interviene per fermare con la forza i potenziali traditori. Noi guideremo proprio i Risolutori, restando sotto l’occhio vigile del Computer, pronto a registrare ogni eventuale disobbedienza.


4 ottobre

[?] Tom Clancy’s Ghost Recon Breakpoint (PC, PS4, Xbox One)
In attesa di un nuovo Splinter Cell e continuando a cavalcare il successo di Rainbow Six, Ubisoft rilancia anche il ramo di Ghost Recon con il successore di Wildlands. In questo caso si è optato per non stravolgere la formula open world, tentando piuttosto di perfezionare l’offerta ludica del predecessore. Gli sviluppatori promettono maggiore attenzione alla narrativa, con la nostra squadra che si ritrova in azione su un’isola dove fermare la minaccia dell’agente Walker, un ex membro dei Ghost. Questo porta anche all’introduzione di alcuni elementi da survival, che, insieme ai ritocchi all’intelligenza artificiale e alle nuove modalità PvP, dovrebbe mettere l’accento sull’elemento tattico di Ghost Recon.


8 ottobre

[?] John Wick Hex (PC)
La serie cinematografica di John Wick ha segnato il ritorno in grande stile di Keanu Reeves ed ha subito conquistato un notevole numero di affezionati spettatori. Era allora naturale aspettarsi una qualche forma di trasposizione delle pellicole in formato videoludico, ma in pochi sarebbero riusciti a prevedere questo John Wick Hex. Anziché puntare su un gioco dall’azione frenetica, si è scelto di offrire un titolo tattico, che quasi sconfina nel puzzle game. Il tempo scorre solo quando decidiamo di muovere il nostro John Wick, in una sorta di versione isometrica di Superhot, dato che troviamo anche una visuale dall’altro e una grafica che fa ampio uso del cel shading.

[?] Trine 4: The Nightmare Prince (PC, PS4, Switch, Xbox One)
Trine è stato uno dei primi titoli a segnare l’esplosione del mercato indie. Un valido platform, che aggiungeva elementi da puzzle e dava il meglio nell’esperienza cooperativa. Aggiungete una grafica accattivante per l’epoca ed ecco confezionata la perla indie. La serie si è evoluta fino a comporre una vera e propria trilogia, con un terzo capitolo che però ha perso gran parte del suo fascino nel passaggio completo alle tre dimensioni. Anche per questo motivo Trine 4 fa ritorno all’impostazione in 2.5D, che offre più certezze ma che rischia anche di lasciare l’impressione di già visto.

[?] Yooka-Laylee and the Impossible Lair (PC, PS4, Switch, Xbox One)
Con il primo Yooka-Laylee, Playtonic Games voleva offrire un platform tridimensionale classico ai nostalgici dell’era d’oro del genere negli anni ’90. Avendo tra gli sviluppatori alcuni ex membri di Rare, si poneva in particolar modo come successore spirituale di Banjoo-Kazooie. Un esperimento riuscito solo in parte, offrendo un titolo gradevole ma non indimenticabile. Playtonic ora ci riprova con una variazione sul tema: lasciati i rimandi a Banjoo-Kazooie, si passa a fare l’occhiolino a Donkey Kong. Yooka-Laylee and the Impossible Lair propone infatti un approccio bidimensionale, con il 3D che fa capolino solo come spazio dove passare da un livello all’altro. Aspettiamo con curiosità il titolo completo per vedere se questo cambiamento avrà portato la ventata d’aria fresca di cui Yooka-Laylee aveva bisogno.


9 ottobre

[?] Concrete Genie (PS4-PS VR)
Dopo innumerevoli rinvii, sembra essere arrivata finalmente l’ora per questo promettente titolo di casa Sony. Qui Ash, il giovane protagonista dell’avventura, si troverà a dover fronteggiare episodi di bullismo da parte dei suoi coetanei. Disponiamo, tuttavia, di un pennello magico, che ci consente di realizzare graffiti colorati, che daranno vita a una città altrimenti grigia e opprimente. Darà vita in senso letterale, perché i nostri disegni si potranno animare, consentendoci così di risolvere gli enigmi ambientali. Concrete Genie offrirà inoltre il supporto alla realtà virtuale, che si esprime sia con una breve campagna che con una modalità libera, dove dare sfogo alla fantasia con il pennello magico.


10 ottobre

[?] We Were Here Together (PC)
Con poca fantasia per i titoli, i ragazzi di Total Mayhem Games ci propongono We Were Here Together, successore spirituale di We Were Here e We Were Here Too. I loro lavori precedenti si erano distinti come apprezzabili esperienze cooperative, che costringevano i giocatori a comunicare per superare una serie di puzzle e riuscire a trovare la via d’uscita. Una formula che troviamo pressoché immutata anche in We Were Here Together, dove muoverci tra un’area artica e un castello medievale, guidati dalla voce di un altro giocatore. Un’idea valida, ma che rischia di non innovare abbastanza rispetto ai lavori precedenti.


11 ottobre

[!] GRID (PC, PS4, Xbox One)
Un po’ a sorpresa, Codemasters ha annunciato il reboot della serie GRID, un corsistico arcade che era riuscito a farsi apprezzare nelle sue precedenti iterazioni. Un gradito ritorno, che punta molto sulla qualità dell’intelligenza artificiale per proporre gare avvincenti. Gli avversari ci daranno del filo da torcere e, in caso di nostra eccessiva irruenza, cercheranno di restituirci il favore. Sul fronte dei contenuti l’offerta dovrebbe essere più che buona e fa il paio con una guidabilità che è stata apprezzata nelle anteprime.

[!] Indivisible (PC, PS4, Xbox One)
Quando è stato presentato, con tanto di demo/prototipo quattro anni fa, Indivisible è subito entrato nel cuore di molti giocatori. Merito di uno stile grafico a cartoni gradevole e colorato, ma anche di meccaniche ben congegnate. Il titolo si presenta infatti come una sorta di platform, che però mostra ben presto elementi da metroidvania e da Jrpg. Se infatti ci si può muovere in modo molto dinamico nei livelli bidimensionali, quando si entra in contatto con un mostro si avvia un combattimento che ricorda una versione più fluida dei gdr giapponesi.

Il più atteso del mese per: Pazzo.


15 ottobre

[?] Disco Elysium (PC)
Tra i giochi in uscita fa capolino anche un altro interessante gdr classico con visuale isometrica. Qui la fonte d’ispirazione è Planescape: Torment, con altrettanta attenzione alle sconfinate linee di dialogo e alla libertà di scelta del giocatore. Proprio il sistema di dialogo dovrebbe essere il fulcro del titolo, che ci catapulta in una città futuristica nei panni di un detective. Disco Elysium si pone come un gioco indubbiamente ambizioso, che promette molteplici percorsi da intraprendere. Resta da vedere se la realizzazione reggerà il passo con le aspirazioni degli sviluppatori.

Il più atteso del mese per: Talesofmanu.


16 ottobre

[?] Little Town Hero (Switch)
Mentre si aspetta con trepidazione l’arrivo di Pokémon Spada e Scudo, Game Freaks lancia una nuova IP: Little Town Hero. Il gioco è stato presentato senza sbottonarsi troppo e senza molto margine dal lancio. Quel che sappiamo è che si tratta di un Jrpg, che racconta le vicende di Axe, un giovane futuro eroe. La sua comunità vive all’interno di una tranquilla vallata isolata dal resto del mondo, ma l’arrivo di un demone metterà a soqquadro le abitudini quotidiane. Purtroppo non si sa altro di Little Town Hero, che corre un po’ il rischio di essere un Jrpg senza troppo carisma. Da notare però, la partecipazione di Toby Fox, salito alla ribalta con Undertale, nel ruolo di compositore.


18 ottobre

[?] Plants vs Zombies: La Battaglia di Neiborghville (PC, PS4, Xbox One)
Immaginando la deriva sparatutto di Plants vs Zombies, in pochi avrebbero potuto immaginare un prodotto valido come Garden Warfare. Non si trattava certamente di un gioco destinato a stravolgere gli equilibri del genere, ma restava un’esperienza apprezzabile, capace di offrire momenti esilaranti in cooperativa con gli amici. Electronic Arts decide di proseguire su questa strada e propone un nuovo capitolo. La Battaglia di Neiborghville sembra non discostarsi troppo dai vecchi Garden Warfare, cavalcando l’idea di uno sparatutto accessibile e divertente. Se sul lato della competizione online non sembrano esserci grosse sorprese, gli sviluppatori sembrano aver investito maggiormente sul giocatore singolo, allestendo un’area che ospiterà diversi eventi a tema e spostando così Plants vs Zombies verso una filosofia di “gioco come servizio”.

[-] Ring Fit Adventure (Switch)
Quando la cara e vecchia Wii ha iniziato a spopolare, conquistando anche persone meno vicine al mondo dei videogiochi, abbiamo assistito anche all’approdo di periferiche di vario genere, nel tentativo di ammaliare diverse fette di pubblico. I risultati sono stati altalenanti, ma tra i dispositivi che se la sono cavata meglio c’era sicuramente la Balance Board di Wii Fit. Seguendo il successo di Switch, Nintendo torna a tentare l’accoppiata con il fitness con questo Ring Fit Adventure, un semplice cerchio elastico che, grazie ai Joycon, diventa un bizzarro controller. Seguendo le istruzioni a schermo possiamo così dimenarci nel salotto di casa, mentre corriamo attraverso un mondo fantasy e combattiamo strane creature.


22 ottobre

[!] The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III (PS4)
Trails of Cold Steel non è una serie molto rinomata, eppure si tratta di un insieme di Jrpg molto validi e apprezzati dagli amanti del genere. Una buona continuazione dopo l’apprezzata trilogia di The Legend of Heroes: Trails in the Sky. Purtroppo, chi si è imbarcato nell’avventura di Trails of Cold Steel è rimasto impantanato nelle lungaggini delle traduzioni dal Sol Levante, dato che il secondo capitolo risale al 2014 e fu rilasciato da noi ben tre anni fa. Nel frattempo, gli amici giapponesi hanno già potuto giocare il terzo capitolo nel 2017 e il quarto e conclusivo episodio nel 2018. Ora, per fortuna, l’attesa è finita per chi vuole scoprire l’esito delle vicende introdotte nei primi due titoli. Il gioco tradisce il peso degli anni, ma dovrebbe ricompensare grazie ad una buona narrativa e meccaniche che dovrebbero soddisfare gli amanti dei gdr giapponesi classici.

[?] WWE 2K20 (PC, PS4, Xbox One)
Come di consueto, troviamo tra gli appuntamenti annuali dei giochi in uscita il nuovo WWE 2K20. Un capitolo segnato dal passaggio di consegne dagli sviluppatori storici della serie, gli Yuke’s, alla squadra di Visual Concepts, che è impegnata ogni anno nello sfornare NBA 2K. Un passaggio che lascia auspicare migliorie sul fronte del gameplay, dato che si tratta da sempre del punto di forza assoluto dei giochi di pallacanestro targati 2K. Per il resto, l’attenzione per questa edizione è stata riposta sul fronte delle lottatrici, che troveranno più spazio nelle varie modalità di gioco.


25 ottobre

[!] Call of Duty: Modern Warfare (PC, PS4, Xbox One)
Dopo qualche edizione di stanca, Call of Duty è tornato ad accendere l’attenzione dei suoi sostenitori con il ritorno alle origini di uno dei titoli più apprezzati della serie: Modern Warfare. Non si tratta solo di nostalgia nel rivedere facce conosciute, ma anche di sostanza, perché le anteprime sottolineano migliorie e novità anche sulla qualità del gameplay e del multigiocatore. Qualcosa che molti giocatori hanno già potuto provare nella beta, che ha dato spazio alla nuova modalità “Guerra terrestre”, dove 64 giocatori si affrontano divisi in due squadre. Da sottolineare, che Modern Warfare supporterà il cross play tra tutte le piattaforme, oltre che all’utilizzo di mouse e tastiera anche su console.

Il più atteso del mese per: Fiveomega.

 

[?] Medievil (PS4)
Tra i personaggi dell’era della prima Playstation, sicuramente Sir Daniel Fortesque è uno dei più amati. Sarà per questo motivo che, dopo Crash Bandicoot e Spyro the Dragon, anche Medievil sta per fare ritorno con il proprio remake. Un’occasione per lasciarsi cullare dalla nostalgia o per riscoprire un vecchio classico. Resta l’incognita della godibilità del gameplay, che potrebbe essere invecchiato meno bene degli altri titoli sopra citati e che rischia di far sentire fin troppo gli anni sulle spalle, scontentando i nuovi giocatori e rovinando i buoni ricordi dei veterani.

[!] The Outer Worlds (PC, PS4, Xbox One)
Obsidian Entertainment si è distinta negli ultimi per la sua capacità di offrire giochi di ruolo occidentali di spessore, come Pillars of Eternity o Fallout: New Vegas, per non menzionare esperimenti più bizzarri (ma riusciti) come i South Park. Un talento notato da Microsoft, che ha inglobato questo studio nella sua galassia. Prima di entrare nell’universo Xbox, però, Obsidian si prepara a lanciare il suo ultimo lavoro indipendente, ovvero The Outer Worlds, un gdr in soggettiva che ci porta nello spazio. In molti hanno subito gridato al nuovo Fallout, ma gli sviluppatori hanno tenuto a sottolineare che non si tratta di un titolo della portata di un tale tripla A. Ciò non toglie che le meccaniche di un buon gioco di ruolo sembrano esserci tutte e, anche se è lecito non aspettarsi troppi pianeti da esplorare, i contenuti proposti parrebbero decisamente curati.

Il più atteso del mese per: LeoNick85.


29 ottobre

[?] Afterparty (PC, PS4, Xbox One)
Dopo il successo di Oxenfree, i ragazzi di Night School Studio tornano alla ribalta con Afterparty. Si cambia totalmente registro qui, adottando quello dell’umorismo e dell’assurdo. I due protagonisti, Milo e Lola, si trovano all’Inferno e desiderano tornare in vita, ma, per riuscirci, dovranno trovare e sconfiggere il Diavolo in una gara di bevute. Un’idea bizzarra, che apre le porte a nuove idee di gameplay. I cocktail saranno parte attiva dell’esperienza, dato che certi intrugli favoriranno certi sviluppi nei dialoghi invece di altri. Aggiungete che gli sviluppatori promettono ancora più scelte e una longevità maggiore rispetto ad Oxenfree, ed ecco un titolo da tenere d’occhio per gli amanti del genere.


31 ottobre

[!] Luigi’s Mansion 3 (Switch)
Tra i vari spin off dell’universo di Super Mario, le avventure da acchiappafantasmi di Luigi’s Mansion sono sicuramente tra le più apprezzate. Circa un anno fa Nintendo aveva riproposto una trasposizione dell’originale su 3DS, così per rinfrescare la memoria in vista del terzo episodio. Ritroveremo così il prode Luigi mentre esplora un hotel infestato, sempre armato di torcia e del fedele Poltergust. Le meccaniche di base sono quelle già rodate nelle iterazioni precedenti, ma non manca qualche novità, oltre all’attenzione al multigiocatore, sia in locale che online, con tanto di modalità parallela dedicata.

Il più atteso del mese per: Herman1800.


ALTRO NELL’ORBITA DI OTTOBRE:
Tra i giochi in uscita ad ottobre figura la versione per PS4 e Xbox One di Frostpunk (11 ottobre), mentre sulla console Sony arriva Beholder 2 (22 ottobre) e l’aggiornamento per Yakuza Remastered Collection con Yakuza 4 (29 ottobre). Su PC Deliver Us the Moon (10 ottobre) si prepara al lancio nella sua versione definitiva (con quella console prevista, ma ancora senza data), così come Dusk Diver (24 ottobre), che esce dall’accesso anticipato e si presenta anche su PS4 e Switch.
Se siete giocatori di Destiny, il titolo Bungie si arricchisce con l’espansione Destiny 2: Ombre dal Profondo (1 ottobre). Dopo essere stati pubblicati su PC, si rilanciano su PS4, Switch e Xbox One sia Children of Morta (15 ottobre) che Close to the Sun (29 ottobre). Già proposto in casa Nintendo, Travis Strikes Again: No More Heroes (17 ottobre) lo potete ritrovare anche su PC e PS4. Da menzionare anche Ghostbusters: The Video Game Remastered (4 ottobre) su tutte le principali piattaforme, Dragon Star Varnir (8 ottobre) su PC, Digimon Story: Cyber Sleuth Complete Edition (18 ottobre) e Disgaea 4 Complete Plus (29 ottobre).
Concludiamo con il consueto listone di giochi in arrivo su Nintendo Switch: Sniper Elite 3 Ultimate Edition (1 ottobre), 80 Days (1 ottobre), Asphalt 9: Legends (8 ottobre), Call of Cthulhu (8 ottobre), Earthfall (11 ottobre), The Witcher 3: Wild Hunt – Complete Edition (15 ottobre), Overwatch (15 ottobre), A Hat in Time (18 ottobre), Resident Evil Triple Pack (29 ottobre) e Vampyr (29 ottobre).