Share

Riuscite ad immaginare cosa potrebbe succedere se Monkey Island incontrasse l’irresistibile humor tutto inglese dei Monty Python?

No?

Niente panico, ci pensa Jean-Baptiste de Clerfayt, giovane game designer belga deciso ad affacciarsi sul panorama indipendente con questa promettente avventura grafica punta e clicca che sembra uscita direttamente dai primissimi anni ’90.

Approdato su Kickstarter il 17 febbraio, il gioco, in lavorazione per Windows, richiede 10.000 Euro per essere finanziato. Ventisette giorni di tempo ancora e già un terzo del budget, circa, assicurato. SI PUO’ FARE!

Ma…cosa promette di essere questo Lancelot’s Hangover: The Quest for the Holy Booze?

Innanzitutto, troneggia nella pagina Kickstarter, irresistibile come miele per le api, la chiara affermazione dell’autore per cui il gioco “It’s Monkey Island meets Monty Python‘s Holy Grail” e avrà un feeling retrò ma uno sguardo puntato al futuro, soprattutto a livello di prestazioni grafiche.

Boom.

lancelots_hangover-1

Dice l’autore, ponendolo come bonus “You play a sexy half-naked knight during the whole game!”

La storia? Eccola: “You play Lancelot, the sexiest Knight Of the Round Table. God gave you a quest: go find the Holy Grail, put some booze in it and celebrate the biggest party England has ever known! But the Grail is hidden deep into a dangerous place, where all men are gay and women have hair under their arms: the Kingdom of France!”

…tradurla sarebbe stato come farle un torto, non trovate? Comunque, in soldoni, il giocatore vestirà i panni di Lancillotto, il cavaliere più SEXY (Sì, dice proprio così) della Tavola Rotonda e investito direttamente da Dio del compito di ritrovare il Santo Graal. Fin qui, apprezzamenti estetici a parte (o forse no), tutto normale, non fosse per il successivo accenno al fatto che la missione divina include il riempire il sacro calice di alcool, dando poi vita al più grande un festino-rave mai visto in Inghilterra, e ad un viaggio nella terra dove “tutti gli uomini sono gay e le donne hanno i capelli sotto le braccia: Il Regno di Francia”.

Il cast di personaggi  includerà, tra gli altri, un fastidioso mimo francese, un orso addomesticato e dedito alla nobile professione del gangster-rapper e un gendarme “Très-Sexy”.

Non serve poi molto per rendersi conto che ci sarà da attendersi uno humor dissacrante, sarcasmo a palate ed un piglio parodico di prim’ordine. E, del resto, non vorrei niente di meno o di diverso.

Il sistema di gioco di Lancelot’s Hangout promette di essere quello di un’avventura punta e clicca del periodo Lucas, con però qualche piacevole novità, quale quella di darsi alla bottiglia con il proprio alter ego virtuale e di affrontare dei mini giochi da ubriachi. La coerenza è tutto, del resto!

lancelots_hangover-2Un solo fugace sguardo agli screenshots pubblicati e alle immagini del trailer consente di farsi un’idea della peculiarità dello stile visivo del gioco, che sembra uscire direttamente da un antico tomo risalente al periodo medioevale, in coerenza con l’ambientazione. Tutto il comparto artistico, come del resto il gioco intero, è opera del solo Jean-Baptiste de Clerfayt. Non male!

Insomma, personalmente trovo questo progetto, peraltro in giro dal lontano 2014, estremamente interessante e meritevole quantomeno di un pò di attenzione. Data di uscita prevista? Ottobre 2016. Dalla pagina Kickstarter, tra l’altro, è scaricabile una demo (da soli 154 floppy disk, dice Jean-Baptiste! WOW!). E non è detto che non la provi per poi raccontarvi le mie impressioni.

Vi lascio, per ora, al trailer di lancio della campagna di crowdfunding!

Buona visione!