Share

Con la consueta nonchalance che la contraddistingue, ieri, nel corso degli spassosissimi Nintendo World Championships, mamma Nintendo ha annunciato il rilascio, sulla Virtual Console di Wii U, di Earthbound Beginnings, che altro non è se non la versione tradotta di Mother, storico capostipite dell’arcinota serie di jrpg.

Non un illustre sconosciuto, insomma.

Questo iconico titolo, uscito originariamente per NES, esclusivamente in Giappone, nell’oramai lontano 1989, è da sempre nei più vividi sogni dei tanti fan della serie, desiderosi di appropriarsi di quello che lo stesso autore, Shigesato Itoi, intervenuto direttamente per sganciare il bombannuncio, ha raccontato essere stato fonte  e motore della geniale ispirazione alla base del ben più noto, ed osannato, sequel, Earthbound.

E così, nonostante manchi ancora all’appello una release occidentale di Mother 3, i tanti appassionati di questa peculiare e, a mio avviso, imperdibile serie di jrpg potranno finalmente immergersi nella scoperta delle sue origini, catapultandosi, di nuovo, in queste ambientazioni moderne sapientemente rivisitate ed ammantate di un gradevole velo parodico,  nell’inconfondibile stile dei titoli ideati da Itoi.

Fortunati possessori di Wii U, fatevi dunque un regalo, inforcate il vostro paddone, tuffatevi nella Virtual Console ed immergetevi mani e piedi in questo illustre predecessore di uno dei titoli che più ha segnato la mia personalissima vita videoludica, il sempreverde Earthbound.

Ah, dimenticavo, il gioco è disponibile da… ORA. Nintendo sa il fatto suo, insomma.

Eccovi il trailer: