Share

Giochi in soggettiva e in terza persona. La posizione della telecamera definisce il nostro rapporto con il personaggio che controlliamo. Possiamo guardare attraverso i suoi occhi, possiamo manovrarlo dall’esterno: cosa significa, invece, giocare in quarta persona?

Questo concetto alquanto curioso è alla base di Pavillon, il nuovo puzzle game con visuale isometrica che ricorda Monument Valley: il giocatore perde il controllo diretto sul personaggio, dato che può intervenire soltanto sugli oggetti che compongono il livello per far muovere il protagonista attraverso gli enigmi.

Gli scenari sono surreali e vengono accompagnati da suoni altrettanto misteriosi. Del nostro alter ego sappiamo soltanto che indossa giacca e cravatta. Pavillon non usa nemmeno una riga di testo per spiegarsi, lasciando al giocatore il piacere di scoprire le sue meccaniche e la storia dietro il suo enigmatico mondo.

Al momento è disponibile il primo episodio su Steam, con il secondo capitolo in arrivo nel 2017 come DLC. Anche se al momento possono provarlo soltanto gli utenti Nvidia Shield e PC, per il prossimo futuro è previsto il rilascio su Playstation 4, Playstation Vita e dispositivi mobile. Il trailer merita senz’altro un’occhiata.