Share

Disponibile su Steam dal 17 novembre, Shenzen I/O si può certamente definire un titolo di nicchia. Una cosa che non preoccupa Zachtronics Industries, sviluppatore di questo prodotto e già autore di altri giochi molto particolari. E’ il caso di Space Chem, pubblicato il 2 marzo 2011, un complesso puzzle game che ci mette nei panni di un tecnico di laboratorio e ci chiede di comporre determinate molecole come dei chimici provetti. Combinare elementi è la chiave anche di Infinifactory (30 giugno 2015), solo che in questo caso l’obiettivo è organizzare la catena di produzione per assemblare gli oggetti richiesti.

Il più vicino a Shenzen è però TIS-100, nel quale siamo impegnati a correggere parti di codice di programmazione corrotto, facendo ricorso al linguaggio assembly. Un’idea ripresa ed ampliata in Shenzen I/O, dove ci viene richiesto di costruire circuiti e programmarli in base alle richieste del cliente di turno. Come gli altri lavori targati Zachtronics, non si tratta di un gioco semplice e sia la complessità dei puzzle che la particolare tematica suggeriscono ai meno pazienti di guardare oltre. Chi invece è stimolato da una sfida d’intelletto ed è incuriosito dal mondo della programmazione potrebbe trovare il titolo interessante.