Share

You’re not getting warmer

Non male per la tagline di un gioco d’ambientazione e ispirazione fortemente legate alla mitologica nordica, non trovate? Date l’antigelo al vostro mouse e procediamo, dunque.

Di che parlo? Di The Frostrune, avventura punta e clicca della software house indipendente norvegese Grimnir ed attualmente in sviluppo con release prevista per dispositivi mobile e PC tra fine 2016 ed inizio 2017.

Con una visuale in prima persona, Frostrune cala il giocatore in una gelida ambientazione nordica che rimanda all’epoca dei vichinghi, ponendolo nei panni di un naufrago sopravvissuto a stento alla distruzione della sua nave durante una terribile tempesta, solo per ritrovarsi sulla spiaggia di un’isola che pare deserta, con il vicino abitato visibilmente abbandonato di recente ed in tutta fretta e, neanche a dirlo, una fitta foresta oscura costellata di misteriose rocce con su incise rune e di tumuli funerari, tenutaria di verità da riesumare oggetto dopo oggetto, segreto dopo segreto, al fine di svelare il mistero dietro l’isola intera. Mistero che affonda le radici nelle leggende e nei miti del grande Nord.

The Frostrune 2

Veri e propri esperti di mitologia vichinga, i ragazzi di Grimnir hanno lavorato alacremente per far sì che ogni scenario, ogni situazione, ogni oggetto e persino ogni parola pronunciata siano assolutamente rispondenti al periodo e al contesto culturale di ambientazione del gioco che, a quanto pare, sprizzerà folklore nordico da ogni poro. Una ricerca di accuratezza cui è stata data primaria attenzione e che, da quanto sin qui visto, sembra aver giovato non poco all’atmosfera sospesa che si respira sin dal trailer.

Quanto al gameplay ben poco è stato svelato, ma dalle immagini del video d’annuncio è possibile osservare un’interfaccia punta e clicca molto semplice, con il solo inventario a scomparsa ad occupare, quando richiamato, la parte bassa dello schermo. Impossibile, invece, farsi un’idea più che appena accennata degli enigmi, anche se nel trailer è possibile distinguere ben due situazioni risolvibili mediante oggetti.

The Frostrune gameplay

A colpire,  al momento, oltre all’ambientazione suggestiva e all’atmosfera, è senza dubbio il sublime comparto visivo, consegnato alla vista da questi meravigliosi sfondi realizzati a mano che già bramo di passare all’attento vaglio dei miei voraci click.

Troppo poco per sbilanciarsi, ma The Frostrune ha sicuramente qualche freccia al suo nordico arco. Speriamo abbia anche una buona mira.

Vi lascio al teaser trailer diffuso in occasione della GDC e al link del sito ufficiale. E buona visione, come sempre!