Share

Una delle caratteristiche più sorprendenti della realtà virtuale è forse il senso di scala.

Ricordo ancora con entusiasmo la mia prima immersione con Half Life 2 e il dev-kit di Oculus Rift.
Arrivati a City 17 ci si meravigliava dell’accuratezza con cui le proporzioni di ogni singolo oggetto si presentava agli occhi.
Incontrare lo sguardo di una guardia Combine incuteva una strana soggezione paramilitare, perché era come trovarsi realmente a tu per tu con qualcuno della propria statura. Per non parlare della vertigine che accompagnava il primo salto. Oppure il semplice, impotente sollevare lo sguardo verso la torre della Cittadella.

Nella mia breve esperienza con i visori VR ho capito che le grandi dimensioni sono il campo di prova migliore per comprendere le potenzialità di questa tecnologia.

E cosa esiste di più enormemente mastodontico, in questo Universo, se non l’Universo stesso?
Devono essersene accorti anche gli sviluppatori di Universe Sandbox 2, il sofisticato simulatore spaziale interattivo in accesso anticipato su PC dalla scorsa estate.

In Universe Sandbox 2 possiamo manipolare gli elementi del cosmo a nostro piacimento.
Si può semplicemente esplorare il sistema solare, così come generare la collisione di due galassie.
Se il risultato è già stupefacente su schermo, si può soltanto immaginare cosa significhi gustarsi lo spettacolo nella totale immersione.

A fondo pagina vi proponiamo un video dimostrativo catturato dall’esterno, in cui il giocatore si diletta con HTC Vive e i controller di movimento.

La modalità VR di Universe Sandbox 2 sarà accessibile a partire da questo giovedì.