Share

Per la gioia dei videogiocatori, quest’anno si prospetta particolarmente ricco. Già gennaio, mese solitamente povero di nuove pubblicazioni, aveva offerto titoli interessanti, ma anche febbraio presenta numerose tentazioni per il nostro povero portafoglio. Si parte da For Honor, l’attesa nuova IP di Ubisoft, per arrivare a Torment: Tides of Numenera, l’erede spirituale di Planescape: Torment. È però anche il mese di Nioh, prodotto di Team Ninja che gli amanti dei Souls aspettano con interesse, e potrebbe persino essere il mese di Thimbleweed Park, l’attesa avventura grafica realizzata da Ron Gilbert e Gary Winnick. Non mancano, inoltre, numerosi indie interessanti e, per i possessori di Playstation VR, il capitolo dedicato di Psychonauts. Voi su cosa vi buttate questo febbraio?

Rinnoviamo la doverosa premessa. Ogni gioco sarà accompagnato dall’indicatore dell’hype marziano, una semplice indicazione di quanto ci aspettiamo da ogni titolo in arrivo, dando per scontato che una valutazione vera e propria si può fare soltanto avendo il gioco tra le mani. Qui di seguito una legenda per capire a che livello arriva l’hype marziano!

LEGENDA
[!] = Non sto più nella pelle!
[?] = Mmmh, interessante, chissà cosa ne verrà fuori!
[-] = Avanti il prossimo!


1 febbraio

[?] Dynasty Warriors: Godseekers (PS4, PS Vita)
Apriamo il nuovo mese con un nuovo capitolo della serie Dynasty Warriors, che, a sorpresa, non è un musou. Koei Tecmo tenta una nuova strada e ci propone invece un Jrpg tattico, sulla falsa riga dei Fire Emblem e Final Fantasy Tactics. Gli altri punti cardine della saga rimangono invariati, come l’ambientazione nella Cina dei Tre Regni o il ruolo predominante degli eroi, che saranno ancora in grado di spazzare via contingenti interi di soldati. Basterà questo cambio di genere a conferire nuova linfa a Dynasty Warriors?

[?] Dexed (PS4)
Già disponibile da settembre per Oculus Rift, questo shooter è realizzato da Ninja Theory, il team dietro a Heavenly Sword e il reboot di Devil May Cry, è ora in vendita anche per Playstation VR. Si tratta di uno sparatutto su binari, che tra la community di Steam ha ottenuto pareri tutto sommato favorevoli. Le ambientazioni, in particolar modo, sembrano essere affascinanti, godendo appieno delle possibilità offerte dal VR.


2 febbraio

[?] Fire Emblem Heroes (iOS, Android)
Secondo titolo, secondo tactical Jrpg. Nintendo continua la sua avventura nel mondo mobile con questo titolo dedicato a Fire Emblem, che consentirà agli utenti di utilizzare diversi personaggi noti della saga in combattimento. Il gioco sarà free to play, ma prevede microtransazioni, che ci auguriamo non essere troppo invasive. L’auspicio è che mantenga il livello di sfida consueto dei Fire Emblem e che non si trasformi in un prodotto eccessivamente casual, come spesso capita nei titoli per queste piattaforme.

[?] The Frostrune (PC)
Immancabile, come sempre, un’avventura grafica nel nostro elenco delle uscite del mese. Il genere si conferma in uno splendido momento di forma, con diversi titoli degni di attenzione pubblicati nel corso dell’anno. Uno di questi è The Frostrune, punta e clicca a cui avevamo già dedicato un avvistamento. Come si può facilmente intuire, anche solo guardando fugacemente qualche screenshot, l’ambientazione pesca a piene mani dalla mitologia norrena, invitandoci a scoprire i segreti di una leggenda vichinga. Le premesse sono buone, speriamo che anche il resto dello sviluppo si attesti sullo stesso livello.

[?] Diluvion (PC)
Qualcuno deve aver mostrato qualche documentario di Jacques Cousteau in una conferenza per sviluppatori, dato che diversi titoli stanno riscoprendo il fascino delle profondità marine. Dopo Abzù e Song of the Deep, è ora il turno di Diluvion, prodotto realizzato da Arachnid Games. A bordo di un sottomarino in un mondo ormai totalmente sommerso dalle acque, dovremo gestire il nostro equipaggio, esplorare il paesaggio subacqueo e combattere creature e sottomarini nemici. Fonte d’ispirazione dichiarata dal team: Jules Verne.


3 febbraio

[?] Aqua kitty UDX (Xbox One)
Titolo già disponibile per PC, PS4 e PS Vita, Aqua Kitty UDX si prepara, con un’edizione arricchita, anche alla pubblicazione su Xbox One. Si tratta di uno shoot’em up piuttosto ben confezionato, nel quale, al posto della consueta navicella spaziale, prenderemo il controllo di un sottomarino…comandato da un gatto. Come richiede il genere di appartenenza, l’azione è frenetica e i proiettili a schermo numerosi. Un titolo interessante, se non avete avuto ancora modo di provare le sue precedenti incarnazioni.

[-] Husk (PC)
Indie horror in prima persona realizzato da UndeadScout e IMGN.PRO, questi ultimi già autori di Kholat, altro titolo horror che non ha entusiasmato né critica né pubblico. Husk ci porta a Shivercliff, misteriosa città dove ci sveglieremo dopo un tragico incidente ferroviario. Gli autori affermano di richiamarsi a Silent Hills e Twin Peaks, riferimenti ormai fin troppo frequenti per i nuovi titoli in arrivo di questo genere. Speriamo che il prodotto finale sia arricchito da quella scintilla di originalità, che spesso solo il panorama indie sa offrire.

[?] Poochy & Yoshi’s Woolly World (3DS)
Seguendo il percorso di altre produzioni per Wii U, anche Yoshi’s Wolly World si sposta sulla console portatile Nintendo con una sua versione dedicata. In questo piacevole platform ritroveremo tutti i livelli del titolo Wii U, oltre ad una serie di sezioni inedite dedicate a Poochy. Resta invariato il piacevole stile grafico, che regala l’impressione di un mondo interamente costituito di lana. Se amate il genere, considerata la validità del gioco originale, si tratta di un ottimo acquisto per il vostro 3DS.

[?] WWE 2K17 (PC)
Con alcuni mesi di ritardo rispetto alla controparte console, arriva anche su PC il capitolo annuale targato 2K dedicato al mondo del wrestling. I contenuti di questa versione saranno gli stessi della versione PS4 e Xbox One, che ha raccolto voti più che discreti nelle recensioni. Un roster molto ampio e un gameplay migliorato rispetto alla precedente edizione sono i punti di forza della produzione, che rimane comunque principalmente dedicata agli appassionati di questa disciplina.


7 febbraio

[?] Nights of Azure (PC)
Altro Jrpg che prepara il passaggio a Steam dopo il lancio su PS4 lo scorso aprile. Realizzato dagli autori della serie Atelier, Nights of Azure è un action rpg, che ha raccolto recensioni tiepide ma comunque positive. Queste ultime sottolineano il riuscito sistema di combattimento, ma registrano anche un comparto tecnico un po’ attempato e una storia dimenticabile.

[?] Atelier Sophie: The Alchemist of the Mysterious Book (PC)
Nello stesso giorno di Nights of Azure, Gust porta su PC anche un altro dei suoi titoli di punta, ovvero Atelier Sophie, il primo episodio della nuova “sottosaga”. Nella sua versione console, il gioco ha ricevuto pareri tutto sommato positivi, che evidenziano come alcune meccaniche più ostiche siano state ammorbidite, così da rendere Sophie un capitolo interessante anche per chi è estraneo alla serie.


8 febbraio

nioh

[!] Nioh (PS4)
Dopo il grande successo di Dark Souls, in molti hanno tentato di cavalcare l’onda di entusiasmo generata dal lavoro di From Software, dando vita a un nuovo sottogenere, quello dei Souls-like. Nessuno è però riuscito a replicare davvero quel fortunato mix di difficoltà, solidità del gameplay e narrazione indiretta del prodotto originale. Più luminoso sembra invece il destino di Nioh, nuova creatura del Team Ninja, che tramite le diverse beta aperte al pubblico ha raccolto molte reazioni positive. Un buon sistema di gioco immerso in un’ambientazione di stampo orientale, che pare calzare a pennello. Che sia la volta buona per mettere le mani su un serio concorrente dei Souls?


9 febbraio

[?] Alone With You (PC)
Altro titolo già disponibile su console (PS4, PS Vita), che si prepara ad effettuare il passaggio a Steam, come avevamo accennato in questo avvistamento. Il suo sviluppatore, già autore di Home, indie horror in pixel art, definisce questo nuovo lavoro come una sci-fi romance adventure. La struttura è quasi da visual novel, con un gameplay limitato, ma la parte narrativa e la costruzione dei rapporti con gli altri personaggi sanno come stuzzicare l’attenzione del giocatore.

[-] Brutal (PC)
Dopo un esordio non entusiasmante su console, Brutal tenta la sorte anche su PC. L’idea di base è interessante: si tratta di un roguelike che ci spingerà ad avventurarci in dungeon procedurali, in un ambiente che richiama il codice ASCII. Il combat system impreciso e poco diversificato rende però l’opera poco appassionante.

[?] Warpball (PC)
Mentre la simulazione calcistica è un confronto diretto tra FIFA e PES, lasciando poco spazio a potenziali concorrenti, altri sviluppatori hanno tentato la via dell’arcade per dare vita a un titolo dedicato a questo sport. Si può citare, per esempio, Kopanito All-Star Soccer o persino Rocket League. Warpball prova questa strada, offrendoci un’interpretazione futuristica, nella quale i giocatori hanno la capacità di teletrasportarsi. Vedremo se, in particolar modo in multiplayer, sarà in grado di restituire quei momenti spassosi da condividere in compagnia, che solo questo genere di giochi sa regalare.


10 febbraio

[?] Touhou: Genso Wanderer (PS4, PS Vita)
La serie Touhou ha raccolto una piccola nicchia di affezionati grazie ai suoi shoot’em up caotici, nei quali lo schermo si ricopre quasi interamente di proiettili da schivare e mette a dura prova l’abilità del giocatore. Genso Wanderer si discosta dal materiale originale e propone un gameplay da roguelike rpg, mantenendo dunque la difficoltà come punto fermo. Un prodotto che interesserà i fan della serie, ma forse potrà incuriosire anche i giocatori alla ricerca di una sfida diversa dal solito.


14 febbraio

[?] For Honor (PC, PS4, Xbox One)
Sin dalla sua prima apparizione, For Honor è riuscito ad attirare l’attenzione del pubblico. Battaglie all’arma bianca tra samurai, cavalieri e vichinghi, con un sistema di combattimento originale che idealmente favorisce gli scontri uno contro. Il titolo prevede una modalità single player, ma la sua vera anima si mostra nel multigiocatore, dove i giocatori possono confrontare la propria abilità. La beta ha incuriosito molti, ma anche lasciato alcune perplessità, come la qualità dei server o certe meccaniche un po’ troppo farraginose o caotiche.

[?] Sniper Elite 4 (PC, PS4, Xbox One)
Quarto capitolo di questa serie focalizzata sul ruolo del cecchino. Cambia l’ambientazione, con l’Italia a fare da sfondo alle nostre missioni, ma la sostanza del gioco rimane praticamente la stessa. Dalle prime prove, infatti, poco pare modificato dalle precedenti iterazioni, con pregi e difetti della produzione apparentemente invariati. Le mappe saranno più ampie, concedendoci una maggiore libertà di azioni e di scelta dell’approccio, e gli sviluppatori sostengono di aver dedicato più attenzione allo sviluppo della narrativa. Un valore aggiunto potrebbe essere rappresentato dalle modalità online, che comprendono la possibilità di giocare in cooperativa.

[?] Deformers (PS4, Xbox One)
Osservandone il trailer dai toni colorati e cartooneschi, è difficile immaginare che il team di sviluppo sia Ready At Dawn, autori di The Order 1886. Cambio di rotta netto, dunque, per questo gioco che sarà pubblicato da GameTrust, appendice publisher di Gamestop. In Deformers prenderemo il controllo di strane creature che si affronteranno all’interno di un arena. Uno di quei prodotti che solitamente danno il meglio se giocati online o con gli amici, vedremo se anche qui si riuscirà a creare quell’alchimia di caos e divertimento che ha fatto la fortuna di altri esponenti del genere.


15 febbraio

[?] The Wardrobe (PC)
Avevamo indicato questo titolo nella puntata di gennaio di questa rubrica, ma essendo stato posticipato al 15 febbraio ve lo riproponiamo qui:

Realizzata da C.I.N.I.C. Games, team di sviluppo italiano, quest’avventura grafica promette di offrire il classico mix di puzzle e humour tipico del genere. Ve ne avevamo già parlato nel corso del 2016, sottolineandone l’ispirazione ai grandi classici di LucasArts e illustrandone le premesse narrative e le caratteristiche tecniche. Le premesse per un prodotto interessante ci sono tutte, quindi vale la pena di tenere d’occhio quest’avventura grafica nostrana.


16 febbraio

[?] Herald (PC)
A bordo di una nave mercantile del diciannovesimo secolo, ricopriremo il ruolo di uno steward che si deve districare tra le richieste dei passeggeri. No, non è la premessa narrativa di un curioso manageriale, bensì il preambolo di un’avventura grafica in 3D, che punta forte sulla narrativa. I temi portanti sono le differenze sociali di razza, classe e religione e grande enfasi dovrebbe essere riposta nelle scelte del giocatore.

[-] Realpolitiks (PC)
Il genere dei grand-strategy non è propriamente dei più accessibili. Per comprendere appieno le meccaniche di un Hearts of Iron o un Europa Universalis serve dedizione e costanza (e probabilmente un corso di laurea dedicato). Un duro scoglio, ma anche il fascino di questo tipo di giochi che replica la complessità del reale, senza tentare di limarne le sfaccettature. Realpolitiks si ascrive a questo genere e lo fa sfidandoci a gestire uno Stato dei giorni nostri. È però anche un genere che presenta concorrenti di elevata qualità, difficili da scalzare dal loro ruolo dominante. Se si aggiunge che i precedenti lavori di Jujubee, il team di sviluppo, non hanno impressionato per qualità, le aspettative sono destinate a rimanere tarate verso il basso.


17 febbraio

[?] Dragon Ball Fusions (3DS)
Dragon Ball è da sempre intrecciato con il mondo dei videogiochi, con diversi titoli dedicati all’universo di Goku e compagni creato da Akira Toriyama. In tempi recenti registriamo Battle of Z, due capitoli della serie Xenoverse, Dragon Ball Z: Extreme Botouden e il presente Dragon Ball Fusions, già disponibile da qualche mese in Giappone e America. In questo caso, invece del solito picchiaduro, si tratta di un action RPG, nel quale sarà possibile reclutare diversi combattenti della serie per schierarli al nostro fianco. Le recensioni sono però fredde sulla qualità del titolo, sottolineando come si tratti di un prodotto interessante solo per i fan e con poco appeal per gli altri giocatori.


21 febbraio

[?] Night in the Woods (PC, PS4)
Originariamente previsto per gennaio, Night in the Woods è una bizzarra avventura bidimensionale, nella quale impersoneremo un felino antropomorfo con il quale esplorare la città di Possum Springs. Basta dare un’occhiata al trailer per cogliere l’atipicità del titolo, a partire dallo stile grafico e passando per le meccaniche di gameplay. Un progetto nato da Kickstarter, dove ha raccolto circa duecentomila dollari, ovvero il 400% della cifra inizialmente richiesta dagli sviluppatori.

[?] Halo Wars 2 (PC, Xbox One)
Il primo Halo Wars ha rappresentato una piacevole sorpresa, con la storica serie di casa Microsoft che virava verso il mondo degli strategici, un genere poco esplorato su console. Il titolo era stato sviluppato da Ensemble Studios, autori dell’indimenticabile Age of Empires. Questo seguito è passato nelle mani di Creative Assembly, altro team che, come ha dimostrato con la serie Total War, di strategici se ne intende. Halo Wars 2 arriverà anche su PC, ma pare che la sua anima resti fortemente ancorata alla console, dove i controlli limitati dal pad rendono difficile la gestione di unità e strutture. Le prime impressioni sono comunque incoraggianti, sebbene rimanga un prodotto che ha la sua ragion d’essere principalmente su Xbox One, considerata la concorrenza ampia e varia su PC. Da segnalare che con l’acquisto della versione Deluxe è compresa una copia digitale di Halo Wars Definitive Edition.

[-] Malicious Fallen (PS4, PS Vita)
Per chi non ricordasse il primo Malicious, uscito nel 2010 su PS3, consisteva in un gioco d’azione frenetico, nel quale dovevamo affrontare sei enormi boss. La grafica era accattivante, ma il titolo presentava diversi problemi, a partire da una telecamera difficilmente gestibile. Il team di sviluppo, Alvion, decise di proporne una versione arricchita per PS Vita (Malicious Rebirth) e ora si prepara a lanciare su PS4 Malicious Fallen, edizione definitiva che comprende i contenuti dei titoli per PS3 e PS Vita e ne aggiunge di nuovi. Il gioco iniziale non era memorabile, dunque l’auspicio è che Alvion ha rimaneggiato a sufficienza il materiale originale.

[?] Ys Origin (PS4, PS Vita)
Ultimamente stiamo assistendo alla trasposizione su computer di molti Jrpg, genere precedentemente destinato quasi esclusivamente alle console. In questo caso invece osserviamo il percorso inverso, dato che Ys Origin, originariamente pubblicato solo su Steam, sarà disponibile anche per PS4 e PS Vita. All’interno della longeva e ricca serie di Ys, questo capitolo si pone cronologicamente come un prequel di Ys I, essendo i suoi eventi antecedenti di sette secoli a quelli del primo episodio. Probabilmente non un gioco imperdibile, ma comunque un solido rpg che saprà soddisfare gli amanti del genere.

psychonautsvr

[!] Psychonauts in the Rhombus of Ruin (PS4)
Tra i molti titoli memorabili nella libreria delle opere di Double Fine Productions, Psychonauts è riuscito a ritagliarsi uno proprio spazio. Motivo per cui le aspettative sono alte per il suo seguito in arrivo nel 2018, finanziato tramite crowdfunding. Manca ancora un anno, ma se volete ingannare l’attesa potete rivolgervi a Psychonauts in the Rhombus of Ruin, capitolo di raccordo tra il primo e il prossimo in uscita. Inoltre, si tratta di un’avventura dedicata alla realtà virtuale per il visore Playstation. Chissà come gli autori di Double Fine avranno pensato di sfruttare le potenzialità della VR!

[?] Mervils: A VR Adventure (PS4)
Sulle piattaforme VR, viene naturale pensare che i giochi che beneficiano maggiormente di questa tecnologia siano quelli in prima persona, valorizzando così l’effetto di immersività offerto dal visore. Solo provando con mano si realizza quanto invece la prospettiva in terza persona possa beneficiare del senso di scala che offre la realtà virtuale. E’ anche per questo motivo che Mervils, già disponibile per PC, merita una chance. Il titolo unisce stili di gioco diversi, mischiando fasi platform a componenti d’avventura e da gioco di ruolo. Non una killer app, ma un buon prodotto per chi si è già lanciato nel mondo della VR.

Il più atteso del mese per: Herman1800.


22 febbraio

[?] Northgard (PC – Early Access)
Dagli autori di Evoland e Evoland 2, piacevole titolo che ripercorre l’evoluzione dei giochi di ruolo giapponesi, arriva Northgard, strategico in tempo reale ambientato in una misteriosa terra vichinga. Il titolo dovrebbe seguire i canoni del genere, affidandoci la raccolta delle risorse, la gestione delle strutture e delle unità. Northgard verrà lanciato in accesso anticipato, quindi attendiamo la data di uscita per sapere quanto corposa sarà questa prima versione del titolo.


24 febbraio

[?] Berserk and The Band of The Hawk (PC, PS4, PS Vita)
Gli amanti di manga/anime conoscono bene Berserk, serie seguitissima creata da Kentaro Miura. È probabilmente a loro che si rivolge questo adattamento videoludico, che prende la forma di un musou frenetico, nel quale potremo spazzare via orde di nemici con un secco colpo del nostro spadone. Le prime impressioni parlano di un certo rispetto che il titolo porge al manga/anime d’origine, ma sottolineano anche come si tratti in linea di massima del solito musou targato Koei Tecmo senza particolare guizzi innovativi.

Il più atteso del mese per: Fiveomega.

[?] Hellion (PC – Early Access)
Altra presenza immancabile di questa rubrica, ecco il survival game del mese. Parliamo di Hellion, un titolo che quantomeno prova a introdurre qualche novità del genere, spostando l’azione nello spazio. Invece del naufrago/disperso, interpreteremo il ruolo di un astronauta, che dovrà tentare di sopravvivere mantenendo in funzione i sistemi della propria nave e avventurandosi al di fuori di essa per raccogliere risorse essenziali. Il gioco è in multiplayer, quindi è contemplata la possibilità di allearsi con altri giocatori o tentare di rubare loro preziosi materiali. Si tratta però di un accesso anticipato, con tutti i rischi annessi di contenuti scarsi o difettosi al lancio, dunque maneggiare con cura.

[?] LEGO Worlds (PS4, Xbox One)
La possibilità di costruire interi mondi seguendo solo il sussurro della fantasia è stato l’elemento vincente del successo di Minecraft. Tuttavia, ben prima del titolo di Markus “Notch” Persson, questa opportunità era offerta già dagli immortali mattoncini LEGO. Peraltro l’azienda danese ha da tempo avvicinato il mondo dei videogiochi, proponendoci numerosi reinterpretazioni videoludiche “squadrate” di prodotti di altri media, come Star Wars, Batman o Harry Potter. Con questo titolo però LEGO conta di tornare alla sua essenza, ovvero mettere le mani del giocatore un parco giochi dove sfogare la sua fantasia. Il gioco però offre poco altro in termini di gameplay, quindi potrebbe stancare chi cerca qualche stimolo ulteriore.


28 febbraio

torment

[!] Torment: Tides of Numenera (PC, PS4, Xbox One)
Porsi come successore spirituale di un titolo come Planescape: Torment è al contempo una grande opportunità e un grande rischio. Se da un lato permette infatti di generare immense aspettative e attirare l’attenzione dei videogiocatori, dal lato Numenera si pone a diretto confronto con uno dei giochi di ruolo occidentali più riusciti di sempre. Gli sviluppatori, già autori di Wastelands 2, promettono un titolo con una grande profondità narrativa, ricco di scelte significative per il giocatore, come hanno voluto sottolineare anche nei trailer proposti finora. Siamo curiosi di vedere se inXile Entertainment sia riuscita nell’impresa.

Il più atteso del mese per: Gabreck, LeoNick85.


DATA DA DEFINIRE

[?] Tsioque (PC)
Altro titolo finanziato tramite Kickstarter, Tsioque è un piccolo progetto che ha richiesto un crowdfunding di soli 35.000 dollari. Si tratta di un’avventura punta e clicca, realizzata dallo stesso studio autore di Tormentum – Dark Sorrow, titolo dello stesso genere ma dalle tinte più oscure, piuttosto apprezzato dai giocatori di Steam. In Tsioque il tono è decisamente più scanzonato e dovremo aiutare una giovane principessa a fuggire dal castello del Mago Malvagio, dato che la fanciulla non intende aspettare l’arrivo del principe splendente.

[?] Mable & The Wood (PC)
Aggiungiamo anche questo titolo tra i giochi in uscita a febbraio, dato che gli sviluppatori non hanno dato indicazioni più precise. Si tratta di un sorta di metroidvania, nel quale una ragazza dovrà tentare di sconfiggere l’oscurità prima che questa ammorbi tutta la foresta. Peculiarità della protagonista è la possibilità di cambiare forma, permettendole così di assumere le sembianze delle creature che sconfigge.

 

Thimbleweed-Park

[!] Thimbleweed Park (PC, Xbox One)
Febbraio potrebbe essere il mese più interessante dell’anno per gli appassionati delle avventure grafiche. O forse marzo. Dipende da quando uscirà Thimbleweed Park, la nuova creatura di Ron Gilbert e Gary Winnick, due leggende di questo genere videoludico. La storia è costruita intorno a due agenti federali che devono indagare su un omicidio a Thimbleweed Park, mentre le meccaniche ricalcano i grandi classici, con interazioni simili a quelle offerte dal caro e vecchio SCUMM. La sua pubblicazione è data incerta tra questi due mesi, ma è invece sicura l’attesa per vedere quali follie hanno preparato per noi i due autori.

Il più atteso del mese per: Pazzo, Talesofmanu.