Share

Chiuso un aprile senza particolari fuochi d’artificio (escluso l’acclamato God of War e il sempre valido Yakuza 6), si riparte alla grande coi giochi in uscita a maggio. Nei primi giorni del mese troviamo infatti il nuovo appuntamento con la serie Total War, così come l’atteso secondo capitolo di Pillars of Eternity. È finalmente anche l’ora di Detroit: Become Human, il nuovo lavoro degli autori di Heavy Rain e Beyond: Due Anime, che, dopo diversi rinvii, sta per vedere la luce. Chi vuole mettersi alla prova può tornare nelle lande di Dark Souls, grazie alla remastered del primo episodio per PC, PS4 e Xbox One. Il gioco era previsto anche per Switch, ma è stato rimandato a data da destinarsi, quindi i possessori della console Nintendo possono consolarsi con il ritorno di Donkey Kong Country: Tropical Freeze.
Come sempre, sono diversi i titoli indie da tenere d’occhio, come Forgotton Anne, Ancestor Legacy o Pixel Ripped 1989. Torna addirittura il tennis videoludico, dopo tanti anni d’assenza, con AO International Tennis e Tennis World Tour, mentre si avvicina la data di lancio anche di State of Decay 2. Insomma, materiale per intrattenerci in attesa degli annunci dell’E3 di giugno 2018 non manca. Fateci sapere nei commenti cosa aspettate di più!

Rinnoviamo la doverosa premessa. Ogni gioco sarà accompagnato dall’indicatore dell’hype marziano, una semplice indicazione di quanto ci aspettiamo da ogni titolo in arrivo, dando per scontato che una valutazione vera e propria si può fare soltanto avendo il gioco tra le mani. Qui di seguito una legenda per capire a che livello arriva l’hype marziano!

LEGENDA
[!] = Non sto più nella pelle!
[?] = Potrei farci un pensierino!
[-] = Avanti il prossimo!


3 maggio

[!] Total War Saga: Thrones of Britannia (PC)
Creative Assembly torna con un nuovo appuntamento con il suo strategico di punta Total War. Messa da parte la deriva fantasy dei due capitoli dedicati all’universo di Warhammer, la serie ci riporta in un contesto storico credibile, permettendoci di inscenare la strenua difesa dei britannici dall’assalto dell’esercito vichingo. La formula di gioco dovrebbe restare sostanzialmente inalterata, con l’alternanza tra fase a turni e combattimento strategico in tempo reale. Saranno introdotte alcune novità minori e, se amate il genere, si tratta probabilmente di un acquisto obbligato, ma qualche giocatore potrebbe essere stanco di un titolo che non si è mai veramente rivoluzionato dopo così tanti episodi.


4 maggio

[!] Donkey Kong Country: Tropical Freeze (Switch)
Switch si sta dimostrando più di una console con brillanti esclusive, portando dalla propria parte anche diversi titoli third party. Inoltre, sta diventando un’opportunità di seconda vita per i giochi Wii U, che, a causa delle scarse vendite hardware, sono rimasti relegati ad un ristretto gruppo di appassionati. Tropical Freeze è un platform solidissimo, che riesce ad intrattenere per un discreto numero di ore. Da recuperare, se ve lo siete perso al tempo del Wii U.

[?] City Of Brass (PC, PS4, Xbox One)
Vi avevamo parlato di City of Brass nei giochi in uscita dello scorso settembre, quando è iniziato l’early access su Steam. Il titolo ha ora raggiunto la sua forma definitiva e raggiunge anche il mondo console, con le versioni PS4 e Xbox One. Ambientato in un Medio Oriente fiabesco da Mille e Una Notte, si tratta di un roguelite, nel quale dobbiamo raggiungere la fine dei livelli procedurali, facendoci strada tra orde di non morti. Immancabili i geni della lampada, che possono garantire bonus o malus al nostro personaggio. Gli sviluppatori hanno inoltre prestato attenzione al feedback della community nel corso dell’accesso anticipato, correggendo il tiro su alcuni aspetti meno apprezzati.


8 maggio

[-] AO International Tennis (PC, PS4, Xbox One)
Nonostante una generazione che ha visto una crescita esponenziale dei titoli prodotti, tra indie, remastered e lavori sostenuti dal crowdfunding, il tennis non era ancora riuscito ad avere il proprio gioco sportivo. Con un certo ritardo ne ritroviamo due lo stesso mese, con AO International Tennis ad aprire la sfida. Si tratta di un prodotto già lanciato all’inizio dell’anno per la sola Australia e Nuova Zelanda, ora pronto alla pubblicazione nel resto del mondo. Purtroppo non sembra offrire la qualità che gli appassionati della terra battuta stavano aspettando, con un gameplay poco affinato e una realizzazione tecnica lontana dall’eccellenza.

[-] Conan Exiles (PC, PS4, Xbox One)
Altro titolo che termina l’early access e si presenta nella sua versione definitiva, raggiungendo anche Playstation 4 e Xbox One. Conan Exiles si unisce al mondo dei survival online, un genere decisamente sovraffollato negli ultimi anni, e cerca di ritagliarsi il proprio spazio grazie alla sua particolare ambientazione. Il titolo non ha tuttavia lasciato il segno nel corso della sua fase di accesso anticipato, pagando dazio per i troppi bug e una realizzazione tecnica altalenante. Se vi piace il genere dategli una chance, altrimenti probabilmente la concorrenza offre qualcosa di più.

[!] Pillars of Eternity II: Deadfire (PC)
Pillars of Eternity ha segnato, insieme a Divinity: Original Sin, il ritorno in pompa magna dei gdr classici occidentali, un genere che sembrava sempre più relegato ad una nicchia di vecchi nostalgici. Divinity: Original Sin 2 ha alzato ulteriormente l’asticella, proponendo un’esperienza ancora più ricca e profonda rispetto al primo capitolo. In Pillars II troviamo una nuova ambientazione e un sistema di gioco con qualche interessante novità, seppur ancorato all’impostazione del primo episodio. Se avete apprezzato il primo Pillars of Eternity, Deadfire quasi sicuramente riuscirà a conquistarvi.

Il più atteso del mese per: LeoNick85Talesofmanu.

 

[?] Raging Justice (PC, PS4, Switch, Xbox One)
Se avete voglia di un picchiaduro a scorrimento dove menar cazzotti senza pietà, Raging Justice potrebbe essere il titolo per voi. Il profilo estetico sembra essere quello forse meno convincente, con una realizzazione che cerca di richiamare certi vecchi classici, ma, almeno da quanto mostrato, non sembra dotata di grande personalità. Il gameplay, di contro, pare contare su tutte le meccaniche centrali del genere, con la possibilità di divertenti sessioni cooperative e oggetti con cui interagire per alimentare la nostra furia.


11 maggio

[-] Megadimension Neptunia VIIR (PS4-PS VR)
La serie di Neptunia conta ormai un numero considerevole di capitoli. Oltre agli episodi principali, sono stati sviluppati diversi spin-off, che si focalizzavano su un altro personaggio della serie o cambiavano in qualche misura le dinamiche di gameplay. Un po’ per la divertente ironia sull’industria videoludica, un po’ per il fan service sopra le righe, è riuscita a ritagliarsi una nicchia di appassionati, che lo sviluppatore ha cercato di tenersi stretta sfornando titoli a raffica. La serie però non si è mai evoluta veramente e tende a riciclarsi eccessivamente, come fa con questo Megadimension Neptunia VIIR, che altro non è che una riedizione del già disponibile Megadimension Neptunia VII. Rispetto al titolo originale troviamo qualche minore miglioramento estetico, qualche leggero ritocco all’interfaccia e l’aggiunta di qualche scenetta extra, parte delle quali saranno visibili tramite visore VR. Un po’ poco per giustificare una sorta di remastered di un titolo della stessa generazione.


15 maggio

[?] Horizon Chase Turbo (PC, PS4)
Altro tuffo nel passato con Horizon Chase Turbo, versione rivisitata e potenziata dell’apprezzato Horizon Chase World Tour per mobile. Il titolo è un corsistico arcade, che strizza l’occhio, neanche troppo velatamente, ai vecchi classici, come Outrun, Top Gear o Lotus Turbo Challange. Ci troveremo quindi a sfrecciare con diversi veicoli attraverso le molteplici località presenti, realizzate con uno stile che richiama i tempi dei 16-bit. Il prodotto offre anche un supporto al multiplayer locale, mentre online è possibile sfidare i “fantasmi” dei nostri amici.

[?] Forgotton Anne (PC, PS4, Xbox One)
Si tratta di un titolo che vi avevamo avvistato in questo podcast, dato che lo stile grafico “alla Ghibli” ci aveva indubbiamente colpito. Anche l’idea di un mondo che raccoglie gli oggetti perduti e dimenticati della nostra realtà ci era parsa affascinante. Il gameplay prende la forma di un’avventura in due dimensioni, con fasi platform, piccoli puzzle e scelte di dialogo. L’idea degli sviluppatori è quella di creare sì un omaggio ai grandi lavori di animazione giapponese, ma allo stesso tempo di offrirne una versione interattiva, che sappia coinvolgere direttamente il giocatore. Le premesse per un buon prodotto ci sono tutte, vedremo se Forgotton Anne saprà reggere sul fronte della longevità e della profondità di narrativa e gameplay.

[?] Little Witch Academia: Chamber of Time (PC, PS4)
Come suggerisce il titolo, Chamber of Time è un videogioco dedicato alla nota serie anime di Netflix Little Witch Academia. La sua trasposizione videoludica si configura come un picchiaduro a scorrimento, sulla falsa riga, per esempio, di un Dragon’s Crown. Il gioco presenta anche elementi GDR e ci permetterà di prendere il controllo di una delle giovani streghe, lanciando magie, usando pozioni e abilità speciali. Bisognerà aspettare la versione definitiva per capire se Chamber of Time è un prodotto gradevole solo per gli amanti della serie o se avrà quel che serve per incuriosire anche il resto del pubblico.


17 maggio

[?] Worlds Adrift (PC-Early Access)
Con un cambio repentino di rotta, gli sviluppatori di Bossa Studios passano dalle produzioni satiriche come Surgeon Simulator e I Am Bread a un MMO con un mondo che tenta di stimolare la creatività dei giocatori. Worlds Adrift è fatto di tante isole fluttuanti, da esplorare viaggiando con vascelli volanti di nostra creazione. Di prodotti di questo tipo ce ne sono già diversi, ma Worlds Adrift sembra avere il potenziale per offrire qualcosa di unico rispetto ai concorrenti. Al momento, tuttavia, le prime impressioni sono altalenanti, a causa di qualche problema tecnico di troppo e un sistema di gioco che evidenzia alcuni aspetti eccessivamente frustranti. Dovremo seguire le fasi dell’accesso anticipato per capire se Worlds Adrift saprà evolversi nella giusta direzione.


18 maggio

[!] Shin Megami Tensei: Strange Journey Redux (3DS)
Il 3DS sembra ormai destinato a chiudere il suo ciclo vitale, dopo un onorato servizio che ci ha portato diversi titoli degni di nota, ma qualche colpo interessante riesce ancora ad assestarlo. È il caso per esempio di questo Shin Megami Tensei, riproposizione dello Strange Redux per Nintendo DS. Un titolo già valido nella sua forma originale, che ora viene rilanciato con nuovi contenuti, come elementi narrativi aggiuntivi, un nuovo dungeon e nuovi demoni. Una buona occasione per provare il titolo di una serie, che, seppure meno popolare del “ramo” dei Persona, sa offrire esperienze altrettanto valide e profonde.


21 maggio

[?] The Elder Scrolls Online: Summerset (PC)
Mentre si aspettano notizie da Bethesda riguardo un eventuale The Elder Scrolls VI, possiamo tornare a visitarne le terre di Tamriel con Summerset, nuova espansione per il MMORPG realizzato da Zenimax Online. Il titolo, esordito tra diverse difficoltà, è cresciuto notevolmente nel corso degli anni. Abbandonato il sistema ad abbonamento mensile, le varie espansioni hanno aggiunto sempre più contenuti a The Elder Scrolls Online, arrivando all’ottimo DLC dedicato all’amata ambientazione di Morrowind. Summerset ci porta invece nella terra degli elfi, offrendo così nuove aree da esplorare. La nuova avventura sarà inizialmente disponibile su PC, mentre arriverà anche su console il 5 giugno.


22 maggio

[?] Tennis World Tour (PC, PS4, Switch, Xbox One)
Tennis World Tour è l’altro titolo che segna il ritorno del tennis sui nostri schermi e sembra partire da premesse più promettenti rispetto al suo avversario diretto. Il prodotto può contare sulla presenza di alcuni giocatori professionisti, primo tra tutti Roger Federer, e presenta le classiche modalità di questo genere, come una carriera articolata e le sfide online. Il gameplay sembra essere stato ben realizzato e, pur senza offrire particolari guizzi sul fronte tecnico, Tennis World Tour potrebbe riuscire a soddisfare i tennisti videoludici, che tanto aspettavano il ritorno di un gioco dedicato a questo sport.

[-] One Piece: Grand Cruise (PS4- PS VR)
I pirati di One Piece vanno ad arricchire la libreria di Playstation VR con un titolo che sembra principalmente dedicato agli appassionati del manga/anime. Non è stato rivelato molto su quello che il gioco offrirà in termini di gameplay, ma sembra che avremo l’opportunità di incontrare i personaggi più noti della serie e partecipare ad una serie di semplici combattimenti a suon di colpi di cannone. L’impressione è che l’interattività non sia stata particolarmente esplorata, lasciando il fascino della produzione alla possibilità di trovarci “faccia a faccia” con la ciurma del capitano Cappello di Paglia.

[!] State of Decay 2 (PC, Xbox One)
Il primo State of Decay era stato una piacevole sorpresa per gli amanti dei survival a tema zombie. Questo State of Decay 2 sembra non volersi allontanare eccessivamente dalla formula originale, ma piuttosto vuole offrire le stesse sensazioni ampliando le possibilità di gameplay offerte al giocatore. Insomma, se Sea of Thieves non è stato il successo sperato, State of Decay 2 potrebbe riuscire a prenderne il posto. Il gioco risulta tra l’altro compreso nel Game Pass, permettendovi così di accedere al titolo completo al momento del lancio, se avete sottoscritto l’abbonamento di Microsoft.

[?] Ancestor Legacy (PC, Xbox One)
Dagli sviluppatori del tanto discusso Hatred, arriva un titolo ben più ortodosso: Ancestor Legacy. Qui ci muoviamo nella direzione di uno strategico in tempo reale più vicino ai canoni del genere, con un’aderenza alla storia del medioevo europeo. Potremo prendere il controllo di una delle quattro fazioni disponibili (vichinghi, slavi, anglosassoni e germanici) e affrontare i nemici nella campagna per giocatore singolo o nelle modalità multigiocatore. Il gameplay è maggiormente votato alla gestione della battaglia, con le fasi di raccolta risorse e costruzione presenti ma relegate ad un ruolo minore. Si ottiene così un buon strategico dai ritmi sostenuti, che può sicuramente intrattenere gli amanti degli RTS.

[!] Pixel Ripped 1989 (PC-HTC Vive/Oculus Rift, PS4-PS VR)
Tra i vari progetti VR, Pixel Ripped spicca come uno dei più interessanti. Sfruttando una delle tecnologie più fresche del mondo videoludico, opta per proporci un’esperienza dal forte sapore nostalgico. Ci troviamo infatti nei panni di una bambina, mentre si destreggia con console dal sapore rétro e cabinati arcade, offrendo così un “gioco nel gioco”. Così mentre ci scateniamo con il nostro simil GameBoy nel corso della lezione, dobbiamo evitare di essere scoperti dalla maestra, prestando attenzione sia allo schermo di gioco che all’ambiente circostante. Un’idea divertente, che potrebbe rappresentare uno dei modi migliori per rivivere un’epoca videoludica passata.


24 maggio

[?] Unforeseen Incidents (PC)
Con Unforeseen Incidents aggiungiamo anche una promettente avventura grafica tra i giochi in uscita a maggio. Il titolo presenta gli immancabili enigmi per metterci alla prova, oltre ad offrire una grafica bidimensionale realizzata a mano. Grande attenzione è riposta sulla narrativa, che dovrebbe assumere i toni di un giallo, con il protagonista che trova una donna in fin di vita e si ritrova invischiato in una ben più grande cospirazione. Come di consueto, aspettiamo il titolo completo per capire la solidità del comparto narrativo e della sfida offerta dagli enigmi.


25 maggio

[!] Dark Souls: Remastered (PC, PS4, Xbox One)
La prassi di questa rubrica sui giochi in uscita vorrebbe le remastered nel listone a fondo pagina, ma considerato il peso di un titolo come Dark Souls possiamo fare un’eccezione. Si tratta, del resto, di uno dei prodotti di maggiore impatto del mondo videoludico moderno, che ha dato vita a un vero e proprio sottogenere. Questa remastered non modifica il gioco originale (escluse ristrette migliorie al comparto multigiocatore), offrendo la possibilità ai nuovi arrivati di mettere mano al lavoro di From Sofware nella sua concezione iniziale. È prevista anche una versione per Nintendo Switch, ma è stata rimandata ad un momento successivo del 2018.

Il più atteso del mese per: Fiveomega, Pazzo.

[!] Detroit: Become Human (PS4)
I lavori di David Cage tendono a dividere il pubblico tra chi ama i suoi giochi e chi li odia visceralmente. Da una parte si schiera chi viene coinvolto dalla sua narrativa, dall’altra chi lamenta la carenza di un gameplay più complesso o chi contesta certe superficialità nella sceneggiatura. Se, sul fronte dell’interattività, la formula sembra essere rimasta sostanzialmente la stessa dei vari Heavy Rain e Beyond: Due Anime, è sul fronte narrativo che Detroit: Become Human vuole migliorarsi. Le sequenze di gioco mostrate finora si sono infatti soffermate sulle molteplici diramazioni che la storia può intraprendere, a seconda delle nostre scelte. Aspettiamo curiosi il lancio del titolo completo per capire se Detroit è davvero riuscito nel salto di qualità.

Il più atteso del mese per: Herman1800.

 

[?] PixelJunk Monster 2 (PC, PS4, Switch)
La serie PixelJunk si è spesso distinta per titoli semplici ma coinvolgenti. Era il caso anche di PixelJunk Monster, un classico tower defense, che ci portava a costruire le difese necessarie per fermare le ondate di nemici che avanzavano inesorabili. Il concetto è lo stesso anche in questo seguito, che verrà proposto ad un prezzo budget, probabilmente intorno ai 15 euro. Il titolo supporterà il multiplayer locale e online ed offrirà la possibilità di cambiare la visuale, passando dalla classica schermata dall’alto a quella ravvicinata in terza persona. Troviamo nuove torri e oggetti, che vanno ad arricchire un sistema di gioco intuitivo ma divertente.


29 maggio

[?] Sega Mega Drive Classics (PC, PS4, Xbox One)
Sebbene “oberati” dalla valanga di nuovi giochi in uscita, il fascino dei titoli che hanno segnato l’infanzia di molti di noi non viene mai meno. È proprio su questa nostalgia che anche Sega vuole fare leva, portandoci una raccolta di titoli dell’era Mega Drive in un unico pacchetto. Un’operazione già realizzata con la precedente generazione e che viaggia in parallelo all’interesse di Sega per la produzione diretta di mini console, sulla falsa riga di quanto fatto da Nintendo con NES e SNES. Sega Mega Drive Classics rappresenta una buona collezione per recuperare alcuni titoli storici, ma considerate le molte riedizioni sulle varie piattaforme, molti di voi potrebbero avere già in casa diversi di questi giochi.

[?] Moonlighter (PC, PS4, Xbox One)
Moonlighter è un action RPG in due dimensioni con una struttura da roguelite. Una combinazione indubbiamente già vista, che gli sviluppatori di Digital Sun hanno cercato di rinverdire spostando l’attenzione su un aspetto in particolare: la nostra bottega. Gli oggetti che raccogliamo nel corso delle nostre avventure potranno essere esposti e venduti nel negozio che gestiremo, decidendo prezzi e assumendo il personale necessario. Questo ci consentirà di arricchirci e di aiutare così il villaggio a prosperare. Una proposta leggermente diversa dal solito, che potrebbe attirare gli appassionati di gdr, ma che rischia anche di cadere in un’eccessiva ripetitività, se la progressione non risulterà abbastanza soddisfacente.

[?] Agony (PC, PS4, Xbox One)
Dopo qualche mese di pausa, gli horror tornano a fare capolino tra i giochi in uscita con questo promettente Agony. Questa volta ci troveremo nelle profondità dell’inferno, dove non mancheranno situazioni disturbanti e momenti di paura. Per riuscire ad fuggire, dovremo trovare la mistica Dea Rossa, sfruttando la nostra capacità di possedere altre persone e demoni. Il titolo offre, oltre alla campagna principale, anche una modalità con livelli procedurali, così da allungare ulteriormente la longevità del prodotto.

[?] Yoku’s Island Express (PC, PS4, Switch, Xbox One)
Spesso i giochi indie puntano sulla fusione di generi diversi e improbabili per tentare di offrire qualcosa di fresco al pubblico. Yoku’s Island Express prova una formula inedita: unire il platform ad un gioco di flipper. Il titolo, che segue un’impostazione bidimensionale, ricorda molto la serie Rayman dal punto di vista estetico. Resta da valutare se questa curiosa commistione di generi risulterà vincente o se finirà invece per banalizzare le dinamiche platform.


ALTRO NELL’ORBITA DI MAGGIO:
Cominciando dalle riedizioni di titoli già pubblicati, troviamo Hitman: Definitive Edition (15 maggio) per PS4 e Xbox One, che raccoglie tutti i contenuti della prima stagione più alcuni extra, e Space Hulk: Deathwing – Enhanced Edition (22 maggio) per PS4 e PC (qui con aggiornamento gratuito ai possessori dell’originale), che offre diversi contenuti e miglioramenti alla versione iniziale.
Se siete in vena di uno sguardo al passato, potete buttarvi su Venture Kid (3 maggio su Steam, data da definire per Switch), un platform, già pubblicato su mobile, che richiama alla mente i primi Mega Man. Se volete tornare su Cities Skyline, potete usare come scusa il nuovo DLC Parklife (24 maggio), così da poter aggiungere un po’ di verde alle vostre metropoli. I giocatori PC possono invece dare il benvenuto a Disgaea 5 Complete (7 maggio), complesso Jrpg tattico, e a STEINS;GATE 0 (8 maggio), una visual novel avvincente e seguito del primo acclamato STEINS; GATE. Su Playstation 4 arriva invece Everspace (29 maggio), roguelike a tema spaziale, già presente su PC e Xbox One.
Chiudiamo, come di consueto, con il listone di titoli pronti a far il debutto anche su Nintendo Switch, dopo aver già popolato le librerie di altre piattaforme. Apriamo le danze con One Piece: Pirate Warriors 3 (10 maggio) e Battle Chasers: Nightwar (15 maggio), di cui vi avevamo parlato in questo podcast. Dopo le versioni Wii U e 3DS arriva anche su Switch Hyrule Warriors: Definitive Edition (18 maggio), nello stesso giorno della pubblicazione sulla console Nintendo di Little Nightmares: Complete Edition. Dovrete attendere un poco di più per mettere le mani su Mega Men Legacy Collection 1 & 2 (22 maggio) e su Yesterday Origins (31 maggio), di cui potete leggere le nostre impressioni qui.